Da The Last of Us 2 a Final Fantasy 7, uscite giochi a rischio per il Coronavirus?

Tre attesissimi kolossal videoludici potrebbero subire ritardi a causa dell'allarme da COVID-19. Facciamo il punto della situazione relativa alle copie fisiche e digitali

3
CONDIVISIONI

Senza ombra di dubbio, The Last of Us 2 e i remake di Resident Evil 3 e Final Fantasy 7 rappresentano un vero e proprio trio delle meraviglie per il popolo di appassionati videogiocatori. Trio per altro atteso nella stagione primaverile, con il survival horror di Capcom ad aprire le danze il 3 aprile – e per cui è già disponibile una demo gratuita da scaricare proprio da oggi su PS4, Xbox One e PC. Dovrebbero poi seguire il rifacimento della settima Fantasia Finale di Square Enix, il cui lancio è fissato al 10 aprile in esclusiva temporale su PS4 e PS4 Pro, e il post apocalittico secondo episodio di The Last of Us ad opera di Naughty Dog – e sempre sulla console di ultima generazione a marchio Sony – il 29 maggio di quest’anno.

Videogiochi: le uscite a rischio COVID-19

Abbiamo però usato il condizionale per un motivo ben preciso. Con l’allarme da Coronavirus a mettere in pericolo la nostra salute e l’economia mondiale, a rischiare potrebbero infatti essere anche le release dei tre promettenti videogame, per lo meno per le edizioni fisiche destinate agli scaffali di retailer grandi e piccoli. Per quanto riguarda Resident Evil 3 Remake, Amazon ha iniziato a comunicare lo slittamento della data di consegna ai clienti che hanno effettuato il preordine, in alcuni cassi fissandola addirittura al 5 maggio. I primi segnali che avevano messo in allarme la community erano arrivati proprio dal sito italiano del colosso dell’eCommerce, in cui la disponibilità era stata modificata dal 3 al 30 aprile. Su GameStop, invece, è stata cambiata in un ancor meno incoraggiante Da Definire.

Offerta
Resident Evil 3 - PlayStation 4
  • Combattimenti intensi e risoluzione di puzzle si combinano...
  • Terrificanti ambientazioni del gioco originale e tanti nuovi...

Passando a Final Fantasy Remake per PS4 e PS4 Pro, è la stessa Square Enix a mettere in guardia i gamer tramite i propri canali social. Dalle pagine del proprio profilo Twitter, i vertici della compagnia del Chocobo hanno voluto condividere un messaggio rivolto ai propri follower e legato proprio al possibile rinvio – sarebbe il secondo! – del kolossal ruolistico, rifacimento moderno del classico del 1997:

Final Fantasy VII Remake - Deluxe - PlayStation 4
  • Final Fantasy VII Remake narra la storia di un mondo caduto sotto il...
  • Nell’enorme città di Midgar, un’organizzazione anti-Shinra...

A causa delle straordinarie circostanze che sta affrontando il mondo per l’emergenza della pandemia da COVID-19, vogliamo aggiornarvi su come quest’ultima potrà impattare sulle tempistiche di commercializzazione di Final Fantasy 7 Remake. La nostra priorità sono il benessere e la salute dei nostri dipendenti e fan, perciò terremo in considerazione ogni direttiva proveniente dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dai singoli Paesi. Contiamo ancora di pubblicare FF7 Remake per il 10 aprile. Tuttavia, i cambiamenti che stanno avvenendo nella distribuzione e nelle politiche commerciali tra Paesi a causa del Coronavirus rendono sempre più improbabile l’eventualità per gli utenti di ricevere una copia fisica del gioco per la data di lancio preventivata.

Stando alla lettera aperta di Square Enix, Final Fantasy 7 in versione digitale non dovrebbe subire ritardi, mentre si attendono maggiori informazioni per quanto riguarda quella scatolata. Tutti i dettagli saranno diramati il 20 marzo, come confermato dalla società nipponica. Più nebulosa si è invece fatta la situazione di The Last of Us 2, anche lui già rinviato in precedenza dai “cagnacci” californiani. Nello specifico, sta destando attenzione – e scatenato pure qualche allarme tra siti e forum specializzati – la situazione relativa alla prossima avventura di Ellie e Joel sui listini di Amazon.it. Sul portale il gioco è infatti riportato come Non Disponibile, sia per l’edizione standard che per la special e la collector’s edition, così come pare sparito dai risultati delle ricerche proprio mentre scriviamo.

The Last of Us 2 incontra la stessa sorte pure nelle controparti USA e UK di Amazon, mentre su GameStop Italia è ancora ampiamente prenotabile in tutte le sue edizioni. Non è dunque chiaro cosa stia succedendo davvero, ma è probabile che anche Naughty Dog e Sony saranno costrette a ritardare le spedizioni delle versioni fisiche a causa del Coronavirus. Restate sintonizzati sulle nostre pagine per tutti gli sviluppi, ricordandovi di restare a casa per il vostro bene e per quello di tutti. A proposito, sapevate che su PS4 sono disponibili alcuni validissimi videogiochi gratuiti per sopportare meglio la quarantena?

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.