Click Day Inps per bonus 600 euro: quando e limite risorse

Risorse disponibili messe in campo dal decreto Cura Italia non infinite, le modalità di inoltro

38
CONDIVISIONI

Sarà Click Day Inps per la richiesta del bonus 600 euro per liberi professionisti. Non ci sono particolari dubbi sulle modalità con le quali i cittadini interessati potranno inoltrare domanda per la misura di sostegno del decreto “Cura Italia”. D’altronde è stato il presidente dell’Inps, Pasquale Triddico, a chiarire quali saranno le prossime azioni da intraprendere per non perdere la preziosa agevolazione.

Al momento di questa pubblicazione le richieste per il bonus 600 euro non possono ancora essere inoltrate ma ci si sta muovendo celermente per attuare la misura varata dal Consiglio dei Ministri lo scorso 16 marzo. Come evidenziato in un precedente approfondimento di OM, potranno fare richiesta dell’indennizzo i commercianti, gli artigiani e gli altri lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata dell’INPS, mentre gli iscritti alle casse professionali dovranno invece attendere eventuali misure specifiche. Il canale attraverso il quale si potranno inoltrare le domande sarà naturalmente il sito INPS, ma l’operazione potrebbe essere solo temporanea per specifici motivi.

Come dichiarato dal presidente Triddico, l’ipotesi più plausibile (al momento) è che il bonus 600 euro avrà il suo Click Day nella prossima settimana. In pratica, dovrebbe esserci un unico giorno, appunto tra lunedì e venerdì prossimo, in cui sarà attiva una specifica sezione del sito a cui accedere con il solito PIN dell’ente previdenziale. Perché la limitazione a sole 24 ore per l’inoltro della domanda? Il motivo è presto detto: il decreto “Cura Italia” ha stanziato la cifra di 2.6 miliardi per lo specifico indennizzo previsto per i lavoratori autonomi. Terminate queste risorse non sarà possibile accettare altre richieste.

La necessità di un Click Day unico per il bonus 600 euro nasce anche da un’ultima motivazione da non sottovalutare. Sono previsti dei tempi molto brevi per l’accredito dell’indennizzo del decreto “Cura Italia”. La somma specifica dovrebbe essere nelle tasche dei liberi professionisti già nel mese di aprile, dunque nel giro di due, al massimo tre settimane, dall’inoltro della domanda. Resta solo da vedere confermata la data esatta del giorno in cui sarà possibile inoltrare la propria richiesta attraverso il sito INPS.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.