Più protetti con Xiaomi e MIUI 11: arrivano 4 novità sui permessi delle app

Arrivano mosse non scontate da parte degli sviluppatori che sicuramente faranno la felicità del pubblico

16
CONDIVISIONI
Xiaomi

Stiamo per toccare con mano almeno quattro novità che potrebbero fare la differenza per il pubblico che si ritroverà con uno Xiaomi dotato di MIUI 11. In queste settimane ci siamo soffermati soprattutto sul discorso compatibilità, parlandovi di volta in volta sui modelli compatibili e aggiunti dal produttore asiatico, come notato con uno dei nostri report in merito. Allo stesso tempo, ci sono altri aspetti da prendere in considerazione oggi 18 marzo, in riferimento agli interventi specifici degli sviluppatori.

Come cambiano i permessi delle app su smartphone Xiaomi con MIUI 11

Nel dettaglio, pare che con la nuova build di MIUI 11 in fase test da alcuni giorni a questa parte, la decisione sia stata quella di concentrarsi sulla gestione dei permessi delle app. Chiaro l’intento di assicurare al pubblico standard di sicurezza e di privacy più elevati rispetto a quanto avvenuto negli ultimi mesi. Cerchiamo dunque di capire nel dettaglio cosa dobbiamo aspettarci dall’aggiornamento in questione, secondo quanto abbiamo raccolto.

Quattro i punti da affrontare. Il primo si riferisce al fatto che sono state aggiunte le autorizzazioni per la clipboard di sistema. In questo modo si dovrebbe impedire alle applicazioni di leggere o andare a modificare eventualmente il contenuto della clipboard. In secondo luogo, è stato aggiunto il supporto per autorizzazioni multiple a proposito di informazioni come la posizione, registrazione audio, accesso alla fotocamera. Fino ad arrivare addirittura a contatti, registro chiamate e calendario.

Il terzo fattore da prendere in considerazione si concentra sull’introduzione dell’impostazione “consenti questa volta”, in riferimento all’accesso alla posizione, registrazione audio e accesso alla fotocamera. In conclusione, ecco il divieto totale alle applicazioni che tentano di accedere alla fotocamera in background. Insomma, gli smartphone Xiaomi con MIUI 11 cambiano pelle sul fronte sicurezza secondo le informazioni trapelate in queste ore. Che ne pensate delle mosse del produttore?

Commenti (1):
Fabio

Ci possono stare come mosse per migliorare la MIUI 11 però trovo scandaloso il fatto di trovarmi ancora pubblicità invasiva nell’applicazione Mi video una cosa del genere posso aspettarmela da Wiko ma non di certo dal 4o produttore di smartphone al mondo…

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.