Anche Úrsula Corberó de La Casa di Carta in fuga dal Coronavirs, volata da Chino Darín in Argentina e tacciata di incoscienza

L'attrice Úrsula Corberó de La Casa di Carta, la Tokyo della serie, ha lasciato Madrid per raggiungere il compagno in Argentina, attirandosi molte critiche

428
CONDIVISIONI

Non è stata certo una scelta saggia né previdente, quella dell’attrice Úrsula Corberó de La Casa di Carta: la Tokyo della serie tv Netflix non ha certo dato il buon esempio ai suoi oltre 12 milioni di seguaci sui social raggiungendo il suo fidanzato Chino Darín in Argentina nel bel mezzo della pandemia da Coronavirus.

Nonostante l’allarme diffuso anche in Spagna e i primi provvedimenti presi dal governo di Pedro Sanchez, oltre alle campagne social che invitavano tutti a restare a casa (#YoMeQuedoEnCasa è l’equivalente spagnolo del nostro #IoRestoACasa), la protagonista de La Casa di Carta ha fatto le valigie e si è trasferita in Argentina dal suo compagno, partendo da Madrid, una delle città più colpite dalla diffusione del Coronavirus in Spagna.

L’attrice ha approfittato di uno degli ultimi voli per l’Argentina, prendendo un aereo dalla Capitale spagnola il 10 marzo, solo un paio di giorni prima che il Paese sudamericano limitasse l’ingresso dei voli in arrivo dall’Europa proprio a causa del Coronavirus. In quel momento la Spagna non aveva ancora dichiara lo stato d’emergenza, ma lo avrebbe fatto di lì a poco, arrivando ad adottare le misure di contenimento già in vigore in Italia come la chiusura di tutte le attività non necessarie e la limitazione degli spostamenti personali alle sole esigenze improrogabili.

Fiutando forse la direzione in cui il governo spagnolo stava andando, Úrsula Corberó de La Casa di Carta ha approfittato dell’ultima opportunità che avrebbe avuto per lasciare il Paese e rifugiarsi in Argentina dal suo compagno, il collega attore Chino Darín. Si è comportata, insomma, come i tanti che da Milano o da Parigi si sono spostati in massa per andare a fare la quarantena in famiglia o in zone ritenute meno a rischio contagio.

A raccontare di essere rinchiuso in quarantena preventiva con lei da qualche giorno è stato proprio Darín, che si è attirato così le critiche della gran parte dei suoi followers. Perché la Corberó non è rimasta in isolamento a Madrid come sarebbe stato certamente saggio fare? Perché è partita da uno dei maggiori focolai spagnoli col rischio di portare il virus in Argentina? Perché costringere il suo compagno a fare una quarantena forzata? Sono queste le critiche mosse all’attrice, che ora potrebbe dover restare in Argentina per le prossime settimane e a vivere da lì il debutto de La Casa di Carta 4 su Netflix previsto per il 3 aprile (evento per il quale, presumibilmente, non ci saranno eventi promozionali dal vivo vista l’emergenza sanitaria).

“Sono in quarantena preventiva da 4 giorni con Ursula che ha viaggiato martedì da Madrid. Ci sentiamo bene ma seguiremo il protocollo di isolamento” ha scritto l’attore su Twitter scatenando reazioni critiche di chi ritiene sconsiderata e incosciente la decisione dell’attrice di lasciare la Spagna in barba a tutte le prescrizioni di limitare il più possibile gli spostamenti. “Mi sto informando molto e penso che dovremmo fare qualcosa in Argentina. Tutti e subito” ha continuato l’attore, sostenendo che l’allarme proveniente dall’Italia e dal resto d’Europa sia ancora sottovalutato e che il governo nazionale non stia facendo abbastanza per prevenire la diffusione della pandemia.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.