Il set di Peaky Blinders 6 si ferma, anche le serie inglesi rispondono all’emergenza Coronavirus

Anche le serie inglesi fermano le proprie produzioni per l'emergenza Coronavirus: tra loro Peakly Blinders 6 il cui set è principalmente a Liverpool e Leeds

23
CONDIVISIONI

Peaky Blinders 6 si ferma a causa dell’emergenza Coronavirus che sta interessando buona parte del mondo. La pandemia di COVID-19 non ha colpito solo Oltreoceano: anche le riprese di alcuni dei più importanti programmi televisivi inglesi sono stati sospese o cancellate. Per tutelare i propri lavoratori, le produzioni televisive e cinematografiche hanno deciso di chiudere momentaneamente o in maniera definitiva il set, e questo andrà a influire e non poco sulla messa in onda delle nuove stagioni.

Tra queste, Peaky Blinders 6 che aveva da poco iniziato i sopralluoghi sul set. La serie BBC, pubblicata in Italia su Netflix, viene girata principalmente a Liverpool e Leeds. Pertanto, la produzione ha annunciato su Twitter di aver sospeso le proprie attività, che riprenderanno tra sei settimane – salvo proroghe. Su profilo Instagram della serie si legge il seguente messaggio:

Dopo molta considerazione e, alla luce dei crescenti sviluppi inerenti al Covid-19, l’inizio della produzione di Peaky Blinders 6 è stato posticipata. Un enorme grazie al nostro incredibile cast, alla troupe e ai nostri meravigliosi fan per il loro continuo supporto.

Nella stessa giornata, anche un’altra serie britannica, Line of Duty, ha sospeso le riprese della sua sesta stagione. La produzione dei nuovi episodi erano iniziata a Belfast lo scorso febbraio, ma con l’evolversi dell’emergenza sanitaria, si è deciso di interrompere ogni attività. Il profilo social della serie tv spiega in un tweet: “Stiamo sospendendo le riprese con il supporto della BBC. Vi terremmo informati su ogni futuro sviluppo. Grazie.”

Mentre per Peaky Blinders 6 si è scelto solamente di posticipare le riprese – sperando in un miglioramento della situazione di emergenza – per Line of Duty, la produzione ha optato di sospenderle direttamente. Entrambe le serietv, tra i prodotti di punta della rete BBC, dovrebbero tornare sul piccolo schermo negli ultimi mesi del 2020.

La situazione di pandemia ha interessato diversi film dell’industria cinematografica, che stavano per iniziare le proprie produzioni nel Regno Unito. La Warner Bros ha deciso di non cominciare le riprese dell’annunciato terzo film della saga Animali Fantastici, ambientato nell’universo magico di Harry Potter. Basato sul libro di JK Rowling, le riprese sarebbero dovute iniziare a Londra già da lunedì 16 marzo. L’uscita nelle sale è prevista per il 12 novembre 2021, ma a questo punto potrebbe subire uno slittamento.

Lo studio di produzione ha anche sospeso The Batman, nuovo film sul personaggio DC con Robert Pattinson nei panni di Bruce Wayne. Secondo un comunicato stampa, divulgato dalla Warner Bros. Pictures, la produzione del film si prenderà due settimane di pausa ma continuerà a monitorare la situazione sanitaria, in attesa di miglioramenti. La pre-produzione era iniziato a Londra, lo scorso gennaio, e successivamente il set aveva scelto Liverpool come location principale. Infine, le riprese di Jurassic World: Dominion, terzo film della nuova trilogia, erano già avviate a Londra, poi interrotte in seguito alla crescente crisi sanitaria. Come svela la Universal, l’uscita nelle sale, prevista per il prossimo anno, potrebbe essere posticipata al 2022.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.