La programmazione di Rai4 per affrontare la quarantena da Coronavirus, da Siren ad Alien

Cicli di film e serie tv in onda su Rai4 per accompagnare il pubblico durante la quarantena: la programmazione fino a fine marzo

65
CONDIVISIONI

In queste settimane di quarantena sine die imposta dalle istituzioni per fermare la diffusione del contagio da Coronavirus, Rai4 schiera una programmazione fatta di cicli di film e serie tv per accompagnare il pubblico nelle tante ore da trascorrere in casa.

Il canale 21 del digitale terrestre ha programmato una serie di contenuti, spesso inediti, che riempie il palinsesto con prime visioni, serie tv storiche e film a tema. Ecco i principali appuntamenti di Rai4 fino alla fine di marzo.

Le serie tv di Rai4

Ogni lunedì, dalle 21.20, va in onda in prima visione assoluta in chiaro la seconda stagione di Siren, il fantasy dedicato al mondo delle sirene di cui Rai4 aveva recentemente trasmesso con successo la prima stagione. La serialità torna in prima serata al giovedì con le repliche della tredicesima stagione di un procedural di lunga durata, Criminal Minds, che è in onda anche da lunedì a venerdì in access prime time, dalle 20.25. Spazio al genere crime anche durante la programmazione pomeridiana quotidiana, col ritorno di Revenge, il giallo-rosa Rosewood e storici titoli come Numbers e Senza Traccia.

I film di Rai4

Sul fronte cinema, ogni mercoledì appuntamento con il ciclo Thriller in Europe, con una rassegna delle novità più interessanti del genere fatta di titoli prodotti in diversi Paesi d’Europa. Mercoledì 18 marzo alle 21.20, ad esempio, va in onda The Ones Below – I nuovi vicini (2015), thriller dalle atmosfere polanskiane diretto dall’inglese David Farr: il film, presentato al 66° Festival di Berlino, è la storia di due coppie di vicini entrambe in attesa del loro primo figlio. I mercoledì successivi, vanno in onda altre due prime visioni assolute: il 25 marzo è la volta de Il Regno (2018), thriller politico basato su un vero caso di corruzione in Spagna e diretto dal talentuoso spagnolo Rodrigo Sorogoyen, presentato al Toronto International Film Festival e al Torino Film Festival, ma soprattutto pluripremiato agli ultimi Premi Goya con 7 statuette su 13 nomination. Il 2 aprile va in onda il noir francese La Truffa del Secolo (2018), diretto da Oliver Marchal e interpretato da Benoît Magimel, la storia di un imprenditore dagli affari illeciti che sfociano in una spirale di paura e di violenza.

Sempre sul fronte cinematografico, venerdì 20 marzo alle 21.20, va in onda in prima visione assoluta il thriller d’azione Bullet Head (2017), scritto e diretto da Paul Solet e interpretato da un cast all star con Antonio Banderas, Adrien Brody e John Malkovich, nei panni di tre criminali in fuga dopo un colpo non andato secondo i piani.

La domenica sera il Ciclo Possession propone alcuni dei thriller-horror più recenti e acclamati: domenica 22 marzo, alle 21.20, va in onda in prima visione La Vedova Winchester (2018), scritto e diretto da Michael e Peter Spierig e interpretato da Helen Mirren e Jason Clarke. La storia è quella dell’ossessione della vedova del magnate delle armi William Winchester, convinta di essere perseguitata dai fantasmi delle vittime degli affari di famiglia, che inizia a trasformare la sua casa in una dimora per spettri.

Ciclo completo di Alien

Rai4 propone agli spettatore il ciclo completo di Alien a partire da martedì 24 marzo dalle 21.20 con Prometheus (2012), di Ridley Scott, il prequel con Noomi Rapace e Michael Fassbender sulla nascita della letale specie aliena degli xenomorfi. Subito dopo, uno speciale del magazine Wonderland dedicato alla saga fanta-horror di Alien, con un’intervista esclusiva all’interprete di Ellen Ripley Sigourney Weaver, nemesi per eccellenza dell’alieno. A seguire, andrà in onda il leggendario Alien – Director’s Cut (1979). Ogni martedì in seconda serata l’appuntamento continua con i restanti film del ciclo, Aliens: Scontro finale, Alien3, Alien: La clonazione e il cross-over Alien vs Predator.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.