Al via i lavori al San Raffaele dopo la raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni

La raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni è destinata al nuovo reparto di terapia intensiva del San Raffaele

3
CONDIVISIONI

La raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni ha dato i suoi frutti, con i lavori al San Raffaele che sono già partiti. I coniugi Lucia si sono infatti distinti per la maratona di solidarietà che hanno messo in atto nei giorni scorsi e attraverso la quale hanno raccolto 4 milioni di euro.

L’iniziativa era partita qualche giorno fa sui canali social di Fedez e Chiara Ferragni, che avevano dato avvio alla raccolta con i primi 100mila euro, da destinare alla messa in opera di nuovi posti letto in terapia intensiva al San Raffaele di Milano.

La raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni per la tensostruttura

Il nuovo reparto di terapia intensiva, di cui la Regione Lombardia ha estremamente bisogno, sarà pronto in pochi giorni e grazie alla cospicua donazione di Fedez e Chiara Ferragni, che con i fan hanno raccolto la somma di 4 milioni di euro in pochi giorni.

L’annuncio dell’apertura del cantiere dedicato alla tensostruttura arriva direttamente dai canali social di Fedez, che racconta anche dei tempi utili alla costruzione del nuovo reparto che sarà interamente dedicato al trattamento dei pazienti affetti da Coronavirus.

“Al San Raffaele sono già partiti i lavori per convertire il campo sportivo dell’Università in un nuovo reparto di terapia intensiva. Dovrebbe essere operativo in sole 2 settimane. Grazie agli operai che lavorano giorno e notte per rendere tutto questo possibile”.

Lo scontro tra Fedez ed Heather Parisi

Tra i tanti che hanno apprezzato il gesto di solidarietà di Fedez e Chiara Ferragni, c’è anche chi non ha gradito la scelta di devolvere il ricavato al San Raffaele di Milano.

“Non era meglio promuovere la raccolta fondi per l’emergenza del #COVID2019 a favore della sanità pubblica e degli ospedali che davvero ne hanno bisogno invece che a favore del più grande gruppo di sanità privata d’Italia (GSD)? Mi sembra Robin Hood al contrario”.

La risposta di Fedez non si è fatta attendere:

“Se al posto di dare aria alla bocca tanto per darla ti informassi che le terapie intensive saranno destinate al sistema sanitario pubblico a cui il San Raffaele è iscritto. Ma tu invece al posto di lamentarti, che minchia stai facendo? Le coreografie?”

In queste ore, Fedez ha anche annunciato che GoFoundMe ha messo a disposizione altri 250mila euro da destinare alle terapie intensive di altri ospedali del Nord che stanno combattendo una battaglia incredibile contro il coronavirus.

“Buone notizie! Gofundme ha messo a disposizione ulteriori 250 mila euro alla nostra campagna che abbiamo deciso di donare all’ospedale di Cremona, Bergamo e il Policlinico di Milano. Un abbraccio a tutti i medici e infermieri impegnati in questa emergenza. Forza! Siamo con voi”.

Una gara di solidarietà per sostenere gli ospedali italiani

In queste ore, sono tanti gli artisti ma anche i volti noti dello spettacolo e dello sport che stanno facendo donazioni per sostenere i reparti di terapia intensiva degli ospedali italiani, soprattutto per quelli del Nord, che stanno combattendo la battaglia più difficile, con il maggiore numero di casi riscontrati e il maggior numero di decessi.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.