Modulo autocertificazione per spostamenti: funzionamento e controlli

Da oggi 10 marzo quale documento è necessario esibire alle forze di polizia in tutta Italia

47
CONDIVISIONI

Qual è il modulo autocertificazione per spostamenti ufficiale, l’unico che è stato diramato dal sito del Ministero dell’Interno? Come va compilato ed esibito in caso di necessità e quali sono i controlli che si possono subire in questi momenti? Tutte le informazioni relative all’ultima misura del Governo per tuta l’Italia (dichiarata appunto zona rossa nella sua totalità) sono presenti in questo articolo.

Il modulo autocertificazione per spostamenti è quello scaricabile, appunto, dal sito del Ministero dell’Interno. Chi, da oggi 10 marzo, dovrà spostarsi tra comuni e province, dovrà farlo con il documento qui esaminato, opportunamente compilato.

Va chiarito tuttavia, a chi è consentito spostarsi ancora dopo l’ampliamento della zona rossa a tutta l’Italia: ci si può muovere per esigenze di lavoro, per fare la spesa e per motivi di salute come nel caso di visite mediche necessarie. Naturalmente chi attualmente è in quarantena continuerà a non dover lasciare assolutamente il proprio domicilio.

Chi effettuerà i controlli del modulo autocertificazione per spostamenti? Su autostrade e viabilità principali, gli agenti della polizia stradale preposti fermeranno le vetture per controllare il documento del conducente o di altre persone a bordo di un veicolo. La stessa operazione spetterà a carabinieri e polizia municipale per quanto riguarda la viabilità ordinaria. Stesso discorso vale per le stazioni ferroviarie dove il monitoraggio avverrà per la preposta polizia e pure negli aeroporti dove il viaggio andrà motivato al momento della partenza.

Sono previste delle multe nel caso in cui il controllo ci trovi sprovvisti di modulo autocertificazione per gli spostamenti? Almeno al momento di questa pubblicazione, secondo la direttiva ora in vigore, la compilazione dell’apposito modulo potrà essere effettuata anche davanti alle forze di polizia contestualmente al controllo appunto. Queste le norma ora valide ma resta la responsabilità individuale di evitare gli spostamenti al massimo su tutto il territorio nazionale, senza alcuna eccezione tra regioni, province e comuni.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.