Modem libero: previsti oneri aggiuntivi se non si restituisce l’apparato

Non restituite l'apparato in comodato? Saranno previsti oneri aggiuntivi di cui i provider potranno avvalersi

6
CONDIVISIONI

Ci sono state delle modifiche delle misure attuative sulla questione del modem libero. Come riportato da ‘mondomobileweb.it‘, l’ottemperanza dell’Autorità è relativa ad un fatto ben preciso, quello che prevedeva che i gestori telefonici, per la fornitura dei dispositivi in forma gratuita, non applicassero degli oneri aggiuntivi ai clienti per la mancata restituzione dell’apparato in disuso (in caso di rescissione del contratto da parte degli utenti). Il TAR del Lazio ha ritenuto illegittimo prescrivere agli operatori telefonici la rinuncia ad un’apparecchiatura da loro fornita gratuitamente (cosa che violava l’articolo 1803 del codice civile, che implica la restituzione obbligatoria della cosa ricevuta all’interno dei contratti di comodato d’uso).

L’AGCOM, alla luce dei fatti, ha apportato una modifica al comma 3 dell’art. 4, annullando la dicitura ritenuta dal TAR poco consona. Il comma 3, al momento, si riferisce solo alle comunicazioni che i provider sono tenuti a fornire agli utenti per la fornitura di apparati a titolo gratuito. In buona sostanza, questo significa che gli utenti non potranno più tenere per sé l’apparecchiatura senza andare incontro ad oneri aggiuntivi (bisogna restituire l’apparato, come previsto dalla legge circa i contratti di comodato d’uso). Tutto resta inviato per quanto riguarda la sentenza del modem libero, che rimarrà tale (confermato, quindi, il mancato obbligo da parte dei clienti di utilizzare necessariamente l’apparato fornito dal proprio gestore telefonico, spesse volte a noleggio, oppure ceduto dietro una proposta d’acquisto rateale).

In poche parole, se deciderete di rescindere dal contratto per qualsiasi motivo e stavate utilizzando un apparato di proprietà del provider in comodato, sarete tenuti a restituirlo per non andare incontro ad oneri aggiuntivi (cosa che fino a poco fa non era contemplata). Per come la vediamo noi, conta solo poter disporre del modem libero a proprio piacimento: il resto possiamo anche comprenderlo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.