Il concerto di Maluma a Milano posticipato senza rimborsi ed è polemica per la nuova data

L'emergenza Coronavirus fa slittare il concerto di Maluma al Forum

2
CONDIVISIONI

Il concerto di Maluma a Milano del 7 marzo è stato posticipato. L’artista si sarebbe dovuto esibire questo sabato al Mediolanum Forum di Assago (Milano) ma le recenti disposizioni rendono necessario il rinvio di tutti gli spettacoli il cui svolgimento è programmato entro il giorno 8 marzo.

Con la chiusura delle scuole in tutta Italia prolungata fino al giorno 15, saltano anche altri spettacoli ed eventi dal vivo tra i quali numerosi concerti. Intere tournée sono già state rimandate nelle scorse settimane e slitta anche l’atteso concerto di Maluma in programma al Mediolanum Forum di Assago (Milano), unica tappa italiana della sua tournée.

La nuova data è già stata resa nota: si tratta di martedì 31 marzo. Lo spostamento ha portato con sé numerose polemiche, la prima legata proprio alla data scelta per il recupero del concerto.

Se è vero che l’emergenza Coronavirus rende necessario lo spostamento dell’evento, è altrettanto vero che i fan che si spostano da ogni angolo della penisola avrebbero gradito che il giorno della settimana scelto per il concerto fosse rimasto lo stesso. Muoversi nel weekend è sicuramente più semplice, infatti, rispetto al muoversi durante la settimana e lo spostamento del concerto al martedì rende impossibile la partecipazione di tutti coloro che devono mobilitarsi da aree diverse da quelle lombarde.

Per Maluma in Italia si tratta dell’unico spettacolo in programma quest’anno. Molti sono coloro che si erano già organizzati per prendere parte al concerto.

Rinunceranno a prenotazioni di hotel e di mezzi di trasporto (Italo continua a rimborsare i biglietti anche questa settimana mentre il termine per la richiesta dei rimborsi a Trenitalia è scaduto il 1° marzo) e oltre al primo danno dovranno affrontare anche la beffa: al momento non è previsto alcun rimborso dei biglietti del concerto in quanto l’evento non viene cancellato del tutto ma solo posticipato di un paio di settimane, il tempo utile, sperano gli organizzatori, per far passare l’ondata di Coronavirus.

Non tutti però potranno programmare nuovi spostamenti, soprattutto di martedì. Lo slittamento del concerto porta con sé numerose polemiche legate all’impossibilità di chiedere il rimborso dei biglietti acquistati ma anche all’impossibilità di recarsi allo spettacolo in un giorno infrasettimanale.

I biglietti già acquistati per il concerto di Maluma a Milano del 7 marzo saranno chiaramente validi per partecipare a quello del 31 marzo. Chi fosse impossibilitato a partecipare per i motivi più vari può provare a rivendere i biglietti attraverso i circuiti che consentono la compravendita di ticket tra fan.

In caso di biglietti nominativi, lo ricordiamo, bisognerà procedere per tempo anche al cambio di nominativo presente sul titolo d’ingresso. In caso contrario, al momento dei controlli di sicurezza all’ingresso del palazzetto, il possessore del biglietto non potrà accedere all’evento se il suo nome sarà diverso da quello riportato sul ticket stesso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.