Sono stato con Helsinki de La Casa Di Carta al carnevale di Venezia (video)

Darko Peric, la star della serie tv, accolto a Venezia dal sindaco Luigi Brugnaro, passeggia con me tra bellezza, storia e maschere

401
CONDIVISIONI

Mi chiama David Guido Pietroni da Tel Aviv per dirmi che il suo amico Darko Peric, protagonista de “La casa de Papel (La casa di carta)” col nome di Helsinki, sarà in Italia, a Treviso. Appassionato di basket, Darko verrà col suo amico Audie Norris, giocatore NBA che per un paio di stagioni ha giocato nel Treviso, a metà anni ’80, dove si svolgerà appunto un Old Star Game.

Vuoi intervistarlo?

La coincidenza vuole che in quelle date io sarò a Venezia, Venerdì 21 febbraio, per un pranzo col Sindaco Luigi Brugnaro, che peraltro è anche il proprietario dell’Umana Reyer di Venezia che ha appena vinto la Coppa Italia di Basket, l’ultimo scudetto, dopo quello di 2 anni fa, e una Europe Cup. Il tutto in 4 anni.

Perché non viene lui a Venezia?

Detto fatto, ecco Darko arrivare col motoscafo all’Hotel Monaco, accompagnato da Norris e da Daniele, amico di Guido Pietroni.

Il Sindaco Luigi Brugnaro gli regala la maglia col suo nome. Fra l’altro, per 5 stagioni nell’Umana Reyer aveva davvero giocato Peric, un giocatore Croato. Darko è serbo, anche se da anni vive ormai a Barcellona.

Dopo l’incontro col Sindaco, che per Darko è più importante come proprietario della squadra di Basket, lo porto in Piazza San Marco. Lui è a Venezia per la prima volta ed è affascinato dalla bellezza storica, dalle simbologie che ci sono in tutti i palazzo storici e dalle maschere che girano fra la gente. La popolarità della Casa di Carta la si vede in tutte le bancarelle che vendono maschere di Salvador Dalì e magliette rosse della serie TV. C’è anche un veneziano che gira incappucciato con quella maschera, e dice che non è uno de la Casa de Papel, ma Casanova de Papel. In tanti riconoscono Darko, che per tutti è Helsinki. Anche una coppia francese mascherata vuole una foto con lui.

Alla fine di questa splendida giornata, Darko nel motoscafo che ci riporta verso la stazione e la macchina, è felice come un bambino.

La lunga intervista la pubblicherò quando ad aprile uscirà la 4° serie della Casa di Carta.

www.redronnie.tv

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.