Dopo Chicago PD Sophia Bush è protagonista del nuovo medical drama Good Sam

Nuovo ruolo per Sophia Bush, protagonista dell'episodio pilota del nuovo medical drama di CBS God Sam: sarà la volta buona per l'ex volto di Chicago PD?

La protagonista del nuovo medical drama di CBS Good Sam avrà il volto di Sophia Bush: l’attrice di One Tree Hill e Chicago PD, attivista impegnata nel sociale e da poco autrice di un proprio podcast, Work In Progress, girerà l’episodio pilota della potenziale nuova serie.

L’attrice di Pasadena, che deve il suo nome a Sophia Loren per la passione di suo padre per il cinema, vestirà per la prima volta in carriera i panni di un medico: sarà il cardiochirurgo talentuoso ma snobbato Sam, che finalmente riesce a diventare capo del suo reparto dopo che il suo famoso e borioso capo Griff finisce in coma. Ma quando quest’ultimo si sveglia e vuole riprendere ad operare i pazienti, spetta proprio a lei supervisionare il prepotente ex capo che non ha mai riconosciuto il suo talento. E che casualmente è anche suo padre. Non solo il registro medical, dunque, ma anche quello del family drama, alla base di Good Sam.

La serie è scritta e prodotta da Katie Wech con Jennie Snyder Urman (già a lavoro insieme per la commedia Jane The Virgin) e Joanna Klein. CBS Studios produce la serie con Sutton St. Productions Banner.

Al momento Sophia Bush ha firmato per girare l’episodio pilota della potenziale nuova serie di CBS. Se confermata, Good Sam sarebbe il primo progetto di lunga serialità della Bush dopo il burrascoso addio al set di Chicago PD: dopo aver lasciato il poliziesco in cui ha recitato nel ruolo di Erin Lindsay dal 2014 al 2017, l’attrice è apparsa in singoli episodi delle serie Law & Order – Unità Vittime Speciali (con lo stesso personaggio della detective di Chicago), Jane The Virgin e This Is Us. Il suo ruolo più importante in carriera resta però quello di Brooke Davis in One Tree Hill, prima adolescente ribelle e poi volitiva stilista interpretata per nove stagioni nel teen/life drama di CW.

Da quando ha lasciato Chicago PD in polemica con NBC, la Bush è in cerca di un ruolo fisso: già lo scorso anno aveva firmato per un progetto di CBS, la serie drammatica Surveillance, ma l’episodio pilota non aveva convinto l’emittente, dunque il format è stato archiviato.

Ora Sophia Bush, mentre continua a dedicarsi ai diritti civili, all’ambiente e alle cause umanitarie più disparate, riparte da questo nuovo ruolo in una serie dal genere per lei inedito. Non sarà però il suo unico impegno televisivo, visto che apparirà anche nella serie Hulu di prossima uscita Love, Victor. Intanto un potenziale revival di One Tree Hill, di cui si parla ciclicamente da quando la serie è terminata nel 2009, sembra rimasto poco più di un auspicio di qualche membro del cast, soprattutto a causa dello scandalo molestie che ha travolto il creatore e produttore esecutivo della serie Mark Schwahn. La stessa Bush, sull’onda del movimento #MeToo, aveva confessato di aver passato anni orribili sul set a causa dell’atteggiamento molesto dello showrunner, definendolo un porco.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.