Concerti degli OneRepublic in Italia nel 2020, biglietti in prevendita

Si apriranno a breve le prevendita per i concerti degli OneRepublic in Italia alla fine del 2020

12
CONDIVISIONI

Sono ufficiali i nuovi concerti degli OneRepublic in Italia nel 2020, anche se ancora non sono state rese note le location nei quali si terranno i prossimi live del gruppo che sarà in Italia anche per altri concerti e per il supporto del nuovo album di inediti della band. Il gruppo sarà in Italia il 29 e 30 ottobre, in città che sono ancora da decidere.

Gli esordi degli OneRepublic nel 1996

Gli OneRepublic muovono i loro primi passi nel 1996, quando Ryan Tedder e Zach Filkins diventano amici durante il loro ultimo anno di scuola. Solo qualche tempo dopo, decidono di mettere in piedi una band con un progetto che arriva quasi per caso, durante un normale viaggio verso casa. Iniziano così a ingaggiare alcuni amici musicisti, con i quali intraprendono i primi concerti a Pikes Perk.

Tornano insieme nel 2002, quando danno vita alla prima formazione della band che chiamano Republic. Ryan Tedder diventaa quindi cantautore e produttore discografico, diventando anche la voce del gruppo dopo diversi cambi di formazione, con Filkins alla voce, alla chitarra e ai cori, Eddie Fischer alla batteria, Brent Kutzle al basso e al violoncello, Drew Brown alla chitarra solista. Per evitare controversie, cambiano il nome in OneRepublic.

L’improvviso scioglimento del contratto con la Columbia Records ritarda l’uscita dell’album di debutto ma l’uscita del primo singolo fa loro conquistare visibilità su MySpace, raggiungendo i primi posti in classifica sul sito. Il richiamo di questa nuova popolarità arriva fino alla Timbaland Mosley Music Group che propone loro un contratto, come prima rock band in roster.

Arriva quindi il primo vero singolo di debutto, Apologize, estratto nella versione originale dall’album Dreaming Out Loud. Esce anche nella versione remix di Timbaland, nel 2007, divenendo un enorme successo radiofonico. Esce Stop And Stare, che regala il successo alla band nonostante i numeri siano inferiori a quelli di Apologize.

Arrivano quindi Say (All I Need) ma anche Mercy, quarto e ultimo estratto dall’album che chiude così una prima epoca della band. L’album di debutto del gruppo vende oltre due milioni di copie in tutto il mondo. Il 17 novembre 2009 arriva il nuovo album, Waking Up, del quale pubblicano anche una versione estesa con quattro tracce bonus. Dall’album, estraggono All the Right Moves, Secrets, Marchin On e Good Life. Tornano con un nuovo album nel 2013, anticipato dal singolo If I Lose Myself. L’album s’intitola Native. Escono diversi singoli, tra cui Counting Stars, ma anche Something I Need, che vede la luce il 25 agosto 2013.

Nel 2016 tornano con nuova musica e con un singolo estratto, Wherever I Go, con il quale si sono esibiti anche in Italia in occasione della finale di The Voice Of Italy nella quale ha trionfato Alice Paba. Il 3 agosto, pubblicano il nuovo singolo Kids, che anticipa il nuovo album. Esce l’album Oh My My, che conta sulla collaborazione di Peter Gabriel, Cassius e Santigold. Due i singoli promozionali, intitolati Future Looks Good e A.I., anche questo in collaborazione con Peter Gabriel. Segue la pubblicazione di una serie di singoli, che anticipano il ritorno con nuovo album che vedrà la luce nel 2020.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.