Rimborso Juventus-Inter e partite Serie A per Coronavirus: cos’è previsto?

In ballo la questione dei rimborsi per Juventus-Inter ed altre partite di Serie A senza pubblico per via del Coronavirus

Il Coronavirus sta sconquassando un po’ tutti gli equilibri dei nostri sistemi organizzativi in Italia, compreso il mondo del calcio. La Serie A resta uno sport, un gioco per vogliamo, ma in ballo ci sono anche i risparmi di chi i biglietti per le partite del prossimo turno li aveva già acquistati. Il big match Juventus-Inter ne è il classico esempio, così come pure le varie Udinese-Fiorentina, Parma-Spal, Milan-Genoa e Sassuolo-Brescia, che si giocheranno tutte a porte chiuse. Come riportato da ‘Repubblica‘, nel caso in cui si concretizzi la possibilità di gare disputate senza pubblico, i contratti di acquisto di tagliandi ed abbonamenti i club di Serie non includono clausole che prevedono il rimborso. L’Antitrust, che si batte per i diritti dei consumatori, non è d’accordo sulla questione, che va a ledere i loro diritti (tanto che ad inizio 2020 era stato avviato un procedimenti nei riguardi di nove squadre per tale motivo).

Secondo Massimiliano Dona, presidente di Unc, nel caso in cui Juventus-Inter, così come il resto delle partite del prossimo turno di campionato che si giocheranno senza pubblico, non solo andrebbe rimborsato il costo del biglietto singolo, ma anche l’abbonato avrebbe diritto ad un risarcimento. La decisione, che è stata presa dal Governo, non permette che scatti in automatico il risarcimento (il danno non è avvenuto a causa degli organizzatori), ma questo non esclude che i tifosi abbiano diritto ad essere rimborsati (dovrebbero pagare il dovuto soltanto nel caso in cui assistano all’evento sportivo, cosa che dovrebbe valere per ogni genere di spettacolo, compresi cinema e concerti).

Peraltro, il Codacons sembra poter proporre anche un’altra soluzione, consistente nella richiesta a Sky e DAZN di trasmettere in chiaro le partite che si disputeranno a porte chiuse per l’emergenza da Coronavirus. Al di là di Juventus-Inter, sfida di fascino indiscutibile per il campionato italiano, la società meneghina ha fatto sapere che la partite di Europa League contro il Ludogorets, in programma per giovedì sera a San Siro, si disputerà a porte chiuse (i tifosi saranno rimborsati dell’intero biglietto: chi ha comprato online si vedrà riaccreditata la cifra secondo il metodo di pagamento prescelto, mentre chi ha comprato il tagliando in un punto vendita dovrà riportarlo entro il 3 marzo).

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.