Ritorno al Futuro, ci sarà mai un nuovo capitolo?

Bob Gale, lo storico produttore della saga, torna a parlare, spegnendo gli entusiasmi dei fan che vorrebbero Ritorno al Futuro 4. Intanto a teatro ha appena esordito la versione musical del film

14
CONDIVISIONI

Il produttore Bob Gale ha nuovamente spento le speranze dei fan che vorrebbero rivivere un nuovo viaggio nel tempo con un ipotetico quarto capitolo di Ritorno al Futuro. Gale ha infatti ribadito che lui e Robert Zemeckis non hanno intenzione di lavorare a una nuova storia. L’Universal, dal suo canto, si trova con un contratto che gli impedisce di continuare questa saga senza il consenso del regista e del produttore. Bob Gale ha recentemente dichiarato:

Ritorno al futuro

Non mandi i tuoi figli a prostituirsi. È sbagliato. Abbiamo messo la scritta ‘fine’ al termine della terza parte. Abbiamo imparato osservando quello che hanno fatto altri studi che sono tornati a rimaneggiare troppe volte le loro proprietà intellettuali: il pubblico finiva per dire ‘Oh, mio Dio, hanno rovinato la mia infanzia!’. Non vogliamo rovinare l’infanzia di nessuno e dare vita a un musical ci sembrava una maniera adeguata per dare al pubblico più Ritorno al Futuro senza incasinare quello che abbiamo fatto prima.

Quello citato dal co-sceneggiatore è un musical che rappresenta una vera e propria trasposizione teatrale della storia originale. I primi spettatori hanno potuto assistere a questo progetto, a cui ha partecipato anche Christopher Lloyd, già lo scorso 20 febbraio alla Opera House di Manchester.

Si parla nuovamente di questa questione oramai da qualche giorno, dopo che lo youtuber Smasher ha realizzato e pubblicato un interessante trailer, ovviamente fittizio, in cui viene mostrato cosa potremmo trovare nell’eventuale Ritorno al Futuro 4. Il filmato mostra gli attori originali, Michael J. Fox e Christopher Lloyd, prestare nuovamente il volto ai due personaggi, pronti per iniziare una nuova avventura.

Un video deepfake presenta invece delle scene tratte dalla trilogia originale in cui gli attori principali sono stati “sostituiti” da Tom Holland e Robert Downey jr. (interpreti di, rispettivamente, Spider-Man e Iron Man nel MCU). Il giovane attore che presta il volto all’Uomo Ragno ha però espressamente detto di non voler accettare un ruolo in un ipotetico reboot, dato che i film sono perfetti già così come sono.

Michael J. Fox, che tutti i fan ricordano per aver interpretato Marty McFly, non potrebbe più riprendere il personaggio, a causa di una malattia da cui è affetto ormai da diversi anni. Un sondaggio del 2018 aveva rivelato che gli appassionati vorrebbero poter rivedere un nuovo film ambientato nel mondo Ritorno al Futuro. Poche, però, son le speranze di un effettivo ritorno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.