Allarme Coronavirus per Hideo Kojima: il creatore di Death Stranding salta la GDC 2020

Hideo Kojima e la sua Kojima Productions salteranno l'appuntamento con la prossima Game Developers Conference su richiesta dello stesso autore, allarmato dalla minaccia del Coronavirus

8
CONDIVISIONI

Il Coronavirus colpisce ancora l’universo videoludico. Mentre l’allarme è scoppiato anche in Italia – purtroppo per il momento il bilancio delle vittime nel nostro Paese è salito a cinque -, anche l’industria in pixel e poligoni sta venendo influenzata dalla possibile epidemia, così come tanti altri ambiti nella catena produttiva mondiale. Pensiamo al recente comunicato di Sony che ha deciso di non presenziare al PAX East di Boston a fine febbraio, lasciando a bocca asciutta tutti coloro che avrebbero voluto vedere in azione – e magari provare con mano – una demo di The Last of Us Part 2, prossima intrigante esclusiva indirizzata a PlayStation 4 realizzata dai talentuosi sviluppatori di Naughty Dog. O ancora alla decisione della stessa compagnia nipponica di saltare anche la GDC 2020 di San Francisco, evento a cui non presenzierà neppure Facebook/Oculus, che ha preferito organizzare una diretta in live straming per svelare al mondo i suoi nuovi prodotti.

E se l’incertezza persiste, è notizia di pochi minuti fa che la prossima edizione della Game Developers Conference dovrà fare a meno anche della figura di Hideo Kojima. Il game designer, già “papà” della saga di Metal Gear Solid e di recente impegnato con Death Stranding, ha infatti comunicato tramite Twitter di aver deciso di non prendere parte alla GDC, in programma dal 16 al 20 marzo. Il motivo è proprio da imputarsi all’allarme globale per il Coronavirus:

Il buon Hideo avrebbe dovuto tenere un panel il 19 marzo dedicato all’implementazione dell’Intelligenza Artificiale in Death Stranding. L’evento, come già dicevamo, è stato però cancellato su richiesta dello stesso Kojima, che non volerà per San Francisco verso la fiera. Allo stesso modo, è stato annullato anche un altro evento fissato al precedente 16 marzo, che avrebbe dovuto coinvolgere alcuni dipendenti di Kojima Productions, software house da lui fondata. La situazione Coronavirus e videogame è dunque delicata, e non ci resta che attendere i prossimi giorni per capire come si evolverà.

Offerta
Death Stranding - PlayStation 4
  • Kojima, il padre della saga Metal Gear torna con un nuovo grande...
  • Un Open World unico per un’ esperienza di gioco memorabile - Una...

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.