Perfettamente funzionante la Dark Mode su WhatsApp per iOS: svolta con la beta 2.20.30.25

Ottime notizie per il pubblico Apple, secondo quanto raccolto sulla nuova beta WhatsApp oggi 21 febbraio

16
CONDIVISIONI
Dark Mode

Ci sono nuovamente importanti novità da prendere in considerazione oggi 21 febbraio per quanto concerne lo sviluppo della Dark Mode su WhatsApp. In questo caso, ritengo fondamentale concentrarsi sul mondo iOS, perché rispetto alle notizie che abbiamo portato alla vostra attenzione pochi giorni fa, arrivano miglioramenti significativi che dobbiamo prendere in esame questa mattina per il pubblico. Cerchiamo dunque di capire insieme come stia evolvendo un plus tanto atteso dal pubblico.

La Dark Mode pronta alla svolta su WhatsApp con beta iOS 2.20.30.25

Le ultime informazioni in merito le ha fornite come sempre WABetaInfo, uno dei massimi esperti al mondo sul tema WhatsApp. Si parla a tal proposito della disponibilità della Dark Mode in una nuova versione, tramite la quale dovrebbe essere garantita la sua totale abilitazione, oltre al corretto funzionamento della stessa Dark Mode dopo le incertezze che sono state riscontrate nel corso delle ultime settimane. Insomma, troverete davvero molti spunti apprezzabili all’interno della nuova versione dell’app che stanno testando in beta gli sviluppatori.

Vi ricordo che, una volta disponibile ufficialmente, la Dark Mode si potrà sfruttare all’interno di WhatsApp semplicemente abilitandola con le impostazioni del vostro iPhone, senza dover editare i settaggi di ciascuna app. Fate dunque molta attenzione ai prossimi aggiornamenti dell’app, anche perché ormai questo valore aggiunto sembra essere sul punto di poter essere diffuso su larga scala.

Staremo a vedere quali saranno i primi riscontri da parte degli utenti che avranno modo di testare la nuova beta di WhatsApp per iOS 2.20.30.25, alla luce di un rilascio che potrebbe garantire effettivamente una svolta a tutti coloro che non vedono l’ora di provare la Dark Mode a bordo del proprio iPhone. Che ne pensate? Avete già testato il pacchetto software di cui ci ha parlato WABetaInfo in queste ore?

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.