It’s A Raid di Ozzy Osbourne e Post Malone dall’album Ordinary Man, uno stanco rock’n’roll (testo e traduzione)

I due artisti collaborano di nuovo nel nuovo estratto dal disco in uscita del Principe delle Tenebre

1
CONDIVISIONI

Stridulo e rock’n’roll, il nuovo singolo di Ozzy Osbourne e Post Malone arriva un giorno prima del lancio di Ordinary Man, l’ultima fatica discografica del Principe delle Tenebre che si presenta quasi come un referto medico compilato dopo i problemi di salute dello scorso anno.

It’s A Raid è la loro seconda collaborazione dopo Take What You Want, il featuring contenuto nel disco Hollywood’s Bleeding (2019) del rapper statunitense. Un percorso, quello di Ozzy, fatto di defezioni e inciampi resi necessari per sottoporsi alle cure necessarie dopo la pericolosa polmonite che nel 2019 lo ha costretto a una lunga pausa.

Nel frattempo intorno a lui e nella sua testa gravitava questo nuovo album ricco di novità e ospiti, ma soprattutto forte della consistente presenza di chitarre distorte come dimostra la bomba esplosa di Straight To Hell. Tra gli ospiti, del resto, troviamo anche Elton John nella traccia che dà il titolo all’album.

It’s A Raid di Ozzy Osbourne e Post Malone è stata concepita durante le fasi di lavorazione di Take What You Want e nel nuovo disco del Principe trova la sua dimensione: sporca, frenetica e rock’n’roll. Il nuovo disco di Ozzy, del resto, vanta nomi da superband: alla batteria troviamo Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers, al basso Duff McKagan dei Guns N’ Roses e alla chitarra Andrew Watt.

In ordine sparso alla registrazione di alcune tracce hanno partecipato Slash dei Guns N’ Roses e Tom Morello dalle scuderie di Rage Against The Machine, Audioslave e Prophets Of Rage.

In questa ritrovata forma Ozzy Osbourne ha confermato la data prevista per l’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bologna) il 19 novembre, ma il 2020 è iniziato con un nuovo scherzo da parte della sua salute. Il Principe delle Tenebre è affetto dal morbo di Parkinson e per questo si è trovato costretto a cancellare le date programmate lungo gli Stati Uniti.

La moglie Sharon, a tal proposito, ha dichiarato che suo marito ha già ricevuto tutte le cure possibili in America e negli studi statunitensi non è possibile trovate cure più funzionali. Per questo, sempre Sharon, ha affermato che ad aprile partirà con Ozzy in Svizzera per recuperare il suo sistema immunitario.

La diagnosi del Parkinson è arriva a seguito di una caduta dello scorso anno per la quale aveva dovuto subire un intervento al collo. Proprio da questa operazione, ha riferito Ozzy, i nervi del collo sono rimasti danneggiati.

In questo andirivieni di medici e trattamenti, Ozzy non ha mai nascosto la sua gratitudine nei confronti di Post Malone la cui conoscenza si è rivelata fortemente stimolante e risolutiva per il suo stato di demotivazione. Per questo i due artisti si sono scambiati uno spazio nelle ultime opere, quasi un ringraziamento reciproco.

It’s A Raid è un pezzo divertente ma non decisamente un capolavoro: Ozzy gioca con il punk e con il rock’n’roll, e se non fosse per l’intervento della voce di Post Malone il brano risulterebbe stridulo e monotono.

Di seguito il testo, la traduzione e l’audio di It’s A Raid di Ozzy Osbourne e Post Malone.

[Intro: Ozzy Osbourne]
It’s a raid
Oh no, every day

[Verse 1: Ozzy Osbourne]
I hear them breathing on my telephone
I know I’m never alone
I’ve been to places you should never go
God’s really Satan and he’s waiting for you

[Chorus: Ozzy Osbourne]
Out in Hollywood, I’ve been locked up for seven days
I’m never coming out (Woo)
Why do I, I feel my life accelerate
I’m never coming down (Woo)
Mama said, “You can’t do what you already did”
In our revenge, by waiting for me
So Hollywood, I’ve been locked up for seven days
I’m never coming out (Woo)
Everybody wants me, everybody wants me

[Verse 2: Post Malone]
Outside my window, there’s a silhouette
My rifle’s right beside my bed
Hold on, I’m runnin’ out of cigarettes
F–k

[Chorus: Ozzy Osbourne]
Out in Hollywood, I’ve been locked up for seven days
I’m never coming out (Woo)
Why do I, I feel my life accelerate
I’m never coming down (Woo)
Mama said, “You can’t do what you already did”
In our revenge, by waiting for me
So Hollywood, I’ve been locked up for seven days
I’m never coming out (Woo)
Everybody wants me, everybody wants me

[Bridge: Ozzy Osbourne & Post Malone]
Yeah, you’re missing your fu–ing head
Everybody’s down, haha
Everything I am (Everything I am), everything I want to be (Hold on)
Everything I am (Get louder), won’t you come along with me? (Come along with me)
Attack (Yeah)
I want to see you go fu–ing wild
Go fu–ing crazy, hahaha
It’s a raid

[Chorus: Ozzy Osbourne & Post Malone]
Out in Hollywood, I’ve been locked up for seven days
I’m never coming out (Woo)
Why do I, I feel my life accelerate
I’m never coming down (Woo)
Mama said, “You can’t do what you already did”
In our revenge, by waiting for me
So Hollywood, I’ve been locked up for seven days (Seven days)
I’m never coming out (S–t)

It’s A Raid di Ozzy Osbourne e Post Malone – Traduzione

[Intro: Ozzy Osbourne]
È un agguato,
oh no, ogni giorno.

[Strofa 1: Ozzy Osbourne]
Li ho sentiti respirare al mio telefono,
so che non sono mai solo,
sono stato in posti in cui non dovresti mai stare,
Dio in realtà è Satana e ti sta aspettando.

[Ritornello: Ozzy Osbourne]
A Hollywood sono rimasto prigioniero per 7 giorni,
non confesserò
il motivo per cui ho sentito la mia vita accelerare,
non mi abbatterò.
Mamma mi diceva: “Non puoi fare ciò che già fai”
nella tua vendetta, aspettandomi.
Dunque a Hollywood, sono stato prigioniero per 7 giorni,
non confesserò.
Tutti mi vogliono, tutti mi vogliono.

[Strofa 2: Post Malone]
Fuori dalla mia finestra c’è una sagoma,
il mio fucile è accanto al letto.
Aspetta, sto finendo le sigarette,
ca–o.

[Ritornello: Ozzy Osbourne]
A Hollywood sono rimasto prigioniero per 7 giorni,
non confesserò
il motivo per cui ho sentito la mia vita accelerare,
non mi abbatterò.
Mamma mi diceva: “Non puoi fare ciò che già fai”
nella tua vendetta, aspettandomi.
Dunque a Hollywood, sono stato prigioniero per 7 giorni,
non confesserò.
Tutti mi vogliono, tutti mi vogliono.

[Special: Ozzy Osbourne e Post Malone]
Sì, stai perdendo la tua ca–o di testa,
tutti cadono,
tutto ciò che sono (ciò che sono), tutto ciò che voglio essere (aspetta),
tutto ciò che sono (più forte), verrai con me? (Vieni con me).
Attacca.
Voglio vedere che ti fo–i la testa,
diventare un ca–o di matto,
è un agguato.

[Ritornello: Ozzy Osbourne e Post Malone]
A Hollywood sono rimasto prigioniero per 7 giorni,
non confesserò
il motivo per cui ho sentito la mia vita accelerare,
non mi abbatterò.
Mamma mi diceva: “Non puoi fare ciò che già fai”
nella tua vendetta, aspettandomi.
Dunque a Hollywood, sono stato prigioniero per 7 giorni,
non confesserò (me–a).

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.