I luoghi de L’Amica Geniale fra i segreti del set visitabile e le eterne bellezze italiane

Dal rione Luzzati – ricreato nel più grande set d'Europa – alle meraviglie di Napoli e Pisa, i luoghi della serie diventano protagonisti di tour letterari e visite guidate

3
CONDIVISIONI

Come ogni cult degno di questo nome, anche L’Amica Geniale stuzzica una curiosità impaziente di andar oltre le pagine dei romanzi e lo schermo della tv. Perché i luoghi de L’Amica Geniale custodiscono le emozioni gioiose e feroci di una fetta d’umanità che Elena Ferrante ha posizionato nella Napoli degli anni ’50 e ’60, e che pure potrebbe essere la nostra Italia, nei suoi sentimenti e nelle sue pulsioni più viscerali.

I luoghi de L’Amica Geniale nutrono e sono nutriti dalla nostra esperienza di lettori e spettatori, da ciò che in noi suscitano le ambivalenze tra Elena e Lila, la brutalità dei Carracci, le ambiguità dei Sarratore. Chissà che per questo, per far fare un salto all’immaginazione, non stia diventando inevitabile visitare i luoghi de L’Amica Geniale nella loro singolare bellezza.

Nasce tutto nell’ormai familiare rione Luzzatti di Gianturco, alla periferia est di Napoli, dove l’infanzia di Elena e Lila si snoda tra la scuola, la chiesa, i giardini e la casa della maestra Oliviero. L’ambientazione si estende poi al crescere dei sogni, delle aspettative, di ogni piega presa dalle vite delle ragazze.

Lo sguardo di Elena e Lila, al pari del nostro, spazia così fra il Rettifilo e i suoi negozi, piazza dei Martiri, il teatro San Carlo, il lungomare Caracciolo, schiuso alla meraviglia lontana e imponente del Vesuvio. E poi ancora Posillipo, con la villa di via Orazio in cui Lila accetta il nuovo cognome, e la bellezza struggente di Ischia, con il porto e la spiaggia dei Maronti, racchiusi fra le estati che stravolgono per sempre i cuori e le vite di Elena e Lila.

Gli orizzonti continuano a estendersi con lo scorrere del tempo, al maturare di speranze nuove, tanto che i limiti della città si perdono alla velocità del treno per Pisa. È il treno su cui Elena carica il bagaglio di una vita destinata a scontrarsi con realtà nuove ed enormi, al confronto, e che iniziano a segnare i successi e i fallimenti più clamorosi della giovane.

La Pisa di Elena in Storia del Nuovo Cognome è quella di luoghi vicini al cuore dei pisani, da Corso Italia a piazza dei Cavalieri, da via della Nunziatina al ponte di Mezzo e ai Lungarni. Spazi reali, condivisi con la troupe e il cast della serie prima, e con gli irriducibili appassionati della serie poi.

Poco importa, invece, che certe ambientazioni della serie, e in particolare il rione, siano stati ricreati per la tv sul grande set di Marcianise, a Caserta, o che altre scene siano state girate a Gaeta. I luoghi de L’Amica Geniale che le pagine e lo schermo evocano per noi esistono e resistono.

Offerta
L'amica geniale: 1
  • DAL MONDO
  • 9788866320326

Li ritroviamo nei tour letterari che periodicamente attraversano Napoli, e che grazie alle pagine di Elena Ferrante, Matilde Serao, Eduardo De Filippo e altri, ricreano con letture e rappresentazioni le atmosfere di anni passati, ma mai dimenticati.

Il più recente di questi – Frammenti Geniali, il primo RoadBook ideato da NarteA – ha proposto per il secondo anno consecutivo un tour tra le pagine di Napoli. Da piazzetta Olivella alla Pignasecca, proseguendo lungo via Chiaia, Palazzo Cellammare e piazza dei Martiri, l’itinerario ripercorre le vicende di Elena e Lila ed esalta il patrimonio architettonico e paesaggistico della città.

E mentre il secondo e il terzo episodio di Storia del Nuovo Cognome riattizzano le gelosie fra le due ragazze, il set de L’Amica Geniale si prepara ad accogliere gli alunni delle scuole. Grazie a Carlo Marino, sindaco di Caserta, il luogo in cui è stato ricreato il rione Luzzati svelerà i segreti della serie ai giovani studenti.

L’ex area industriale di Saint Gobain aprirà dunque le porte del più grande set d’Europa alla curiosità dei giovani studenti. Grazie a questa iniziativa si sveleranno ai ragazzi i segreti de L’Amica Geniale e della realizzazione di una serie televisiva in ogni sua fase.

Alla produzione hanno dato un contributo importante il Comune di Caserta e la città. Nei prossimi giorni inizieremo, d’accordo con la produzione, a far visitare ai nostri giovani studenti il set cinematografico e rivivere la vita delle due protagoniste, si legge sul profilo Instagram del sindaco.

Chissà che l’iniziativa, per il momento riservata alle scolaresche, non si estenda in futuro anche ai tanti fan de L’Amica Geniale che in queste settimane seguono Elena e Lila sugli schermi di RaiUno.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.