Almeno 4 novità importanti per WhatsApp Android con la beta 2.20.46: dettagli Dark Mode

Importante passo in avanti per lo sviluppo dell'app, secondo le informazioni raccolte in queste ore

30
CONDIVISIONI
WhatsApp

Ci sono alcune novità molto importanti che stanno per arrivare sulla scena con WhatsApp, almeno stando alle indicazioni raccolte in queste ore con la beta 2.20.46 per chi si ritrova con un device Android. In particolare, in questi giorni ci siamo soffermati sull’utilizzo dell’app in questione soprattutto come strumento per veicolare gli auguri di San Valentino, ma è fondamentale non perdere di vista anche il naturale sviluppo software di quella che resta una delle app più popolari al mondo.

Le quattro novità certe per WhatsApp con la beta 2.20.46

Secondo quanto riportato dal sito rmupdate, la nuova beta di WhatsApp presenta effettivamente delle novità importanti che dobbiamo prendere in considerazione. Quattro, più in particolare, i punti sui quali concentrarsi. In attesa di una svolta globale sul fronte Dark Theme (a quanto pare non disponibile per tutti in questa fase), occorre concentrarsi in primo luogo su nuove impostazioni riguardanti la privacy dei singoli utenti Android. Se non altro perché ora si avrà il controllo di chi può aggiungerci ai gruppi. A tal proposito, seguite il percorso Impostazioni> Account> Privacy> Gruppi per gestire al meglio la situazione.

Ancora, è stata la possibilità di attivare la chiamata in attesa, così da poter scegliere di accettare una chiamata WhatsApp in arrivo nel momento in cui l’utente ricevente risulti già impegnato in un’altra chiamata. Il terzo punto si riferisce alla possibilità di impostare la lettura di un’impronta digitale per sbloccare WhatsApp. Come? Seguendo in questo caso il percorso Impostazioni> Account> Privacy > Blocco impronte digitale. Ovviamente dovrete sbloccare l’apposita voce.

Infine, secondo quanto raccolto in queste ore, con la beta WhatsApp che sto portando alla vostra attenzione dovrebbe essere stato risolto un problema che ha portato ad un celere esaurimento della batteria su alcuni device, anche se gli sviluppatori non hanno fornito dettagli per individuare i modelli coinvolti in questo frangente.

Commenti (4):
Mattiuz93

Ma io ho smesso di seguirlo da tempo questo blog.. Solo articoli clickbait, niente di serio.. Trovato per caso nel Pixel Feed ora lo rimuovo

Mattiuz93

Veramente la beta è disponibile per tutti gli utenti che hanno installato la beta, che dite? 🙄😳🤔

Giacomo

Io queste funzioni le ho da molto molto tempo… In più alcune di queste sono disponibili anche sulla alpha da fine gennaio

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.