Achille Lauro direttore artistico di Elektra Records ma è polemica con Sony Music

Un nuovo riconoscimento per l'istrionico artista di Me Ne Frego che continua la sua scalata verso il successo

17 Febbraio 2020 di


Achille Lauro direttore artistico di Elektra Records. Questa è la notizia che giunge dai canali ufficiali dell’artista di Me Ne Frego, che segna un altro goal nella sua carriera artistica, questa volta come arbitro del dietro le quinte.

Lauro De Marinis sarà quindi il prossimo Chief Creative Officer della celebre etichetta che ha rappresentato artisti di enorme fama internazionale come i Doors e i Queen ed è anche il primo artista italiano a ricoprire questo ruolo.

Le dichiarazioni di Achille Lauro dopo l’assegnazione dell’incarico

“È un onore per me dirvi che da oggi sarò il nuovo Chief Creative Officer di Elektra Records per l’Italia, etichetta internazionale che nella storia ha rappresentato Jim Morrison, i Doors, i Queen e altre leggende della musica internazionale. Anche le mie attività discografiche confluiranno in questa etichetta grazie alla firma di un nuovo contratto discografico WarnerMusicItaly tra i più importanti della storia della musica italiana degli ultimi anni. Dio c’è”.

E aggiunge:

“Trovo somiglianze tra la nascita di questa etichetta e i miei primi passi nel settore discografico, quando, come i fondatori della Elektra Records, ho investito i miei pochi risparmi nella produzione dei miei album”.

Warner Music annuncia

Già entusiasta Marco Alboni, Ceo e presidente di Warner Music Italia, pronta ad accogliere Achille Lauro nel suo roster:

“Achille Lauro è un artista atipico nel panorama italiano. La sua creatività e tutta la sua produzione artistica si riferiscono ad un modello nuovo nel settore della musica. Fin dai nostri primissimi incontri abbiamo capito che il nucleo della nostra partnership sarebbe andato nella direzione dello sviluppo di nuovi progetti insieme”.

1969
  • Audio CD – Audiobook
  • 04/12/2019 (Publication Date) - Epic (Publisher)

Secondo Sony Music, Achille Lauro avrebbe un contratto in essere con la casa discografica che avrebbe contestato il passaggio a Warner Music Italia. La risposta del manager di Achille Lauro non si è fatta attendere:

“Non ha alcun contratto diretto con Sony Music, bensì era concesso in licenza dalla De Marinis s.r.l. Non essendo un artista in cast, era tenuto solo a licenziare dischi. È azzardato comunicare la titolarità della persona. La società, attraverso l’avvocato Andrea Pietrolucci e me, ha comunicato già da mesi a Sony Music che l’artista sarebbe andato in licenza ad altra casa discografica, prova ne è l’ampia corrispondenza intercorsa”

La recente partecipazione al Festival di Sanremo sarebbe stata una prova della conclusione del rapporto tra Achille Lauro e Sony Music, dal momento che da questa non è stato rappresentato durante il Festival. Lauro avrebbe ricevuto diverse proposte da alcune delle maggiori major italiane, fino a siglare l’accordo con Warner Music, annunciata nelle ore appena trascorse.

Achille Lauro evoca San Francesco a Sanremo

L’artista romano viene dal grande successo riscosso al Festival di Sanremo, nel quale ha voluto lanciare diversi messaggi, a cominciare dalla prima serata nella quale ha portato sul palco l’insegnamento di San Francesco, spogliandosi di tutti i beni materiali per rimanere in tutina glam. La prima esibizione ha generato un’ondata di polemiche che hanno invaso i social, ma anche un successo virale tra coloro che invece hanno apprezzato la sua originalità.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.


{"vars":{{"pageTitle":"Achille Lauro direttore artistico di Elektra Records ma Sony contesta","pagePostType":"post","pagePostType2":"single-post","pageCategory":["eventi-concerti"],"pageAttributes":["achille-lauro"],"pagePostAuthor":"Martina Dessì","pagePostDate":"17\/02\/2020","pagePostDateYear":"2020","pagePostDateMonth":"02","pagePostDateDay":"17"}} }