Napoli senza pace. Gattuso esclude Allan, per punizione, dalla sfida contro il Cagliari

Il centrocampista, che si è allenato male in settimana, non è stato convocato. Aveva guidato la rivolta contro il ritiro imposto da De Laurentiis

584
CONDIVISIONI
Il centrocampista del Napoli Allan

Se le cose vanno male è colpa, molto dei calciatori. Mister Gattuso lascia a casa Allan. Il calciatore non si è allenato bene. Resta a casa, poi si vedrà. E’ ancora caos in casa Napoli nonostante l’importantissima vittoria in Coppa Italia contro l’Inter.

Allan era stato tra i capi della rivolta post Napoli-Salisburgo quando la squadra si rifiutò di andare in ritiro come ordinato dal Presidente Aurelio De Laurentiis.

L’ammutinamento fece emergere alla luce del sole le tensioni che stavano lacerando lo spogliatoio azzurro, facendo precipitare la squadra in campionato. Una deriva che ha determinato l’esonero di Ancelotti e l’arrivo di Gattuso.

Il tecnico ha giudicato scarso l’impegno di Allan in allenamento (“ha fatto lunghe camminate”) ed ha deciso di lasciarlo a casa nonostante l’importanza della posta in palio ed altre assenze pesanti come quella di Milik, Lozano e Koulibaly . I primi tre, però accusano acciacchi vari. Quella di Allan è stata un’esclusione disciplinare.

Una penalizzazione pubblica con la quale Gattuso ha voluto ancora una volta richiamare i calciatori alle proprie responsabilità. La sconcertante stagione del Napoli è figlia di molti errori: in parte minima del Presidente De Laurentiis che comunque ha speso tanto; in parte maggiore di Carlo Ancelotti; in sommo grado degli atleti che non sempre ( come dimostra questo ultimo caso) sono stati all’altezza delle loro responsabilità e del loro stipendio.

Per quanto incompleto e danneggiato da alcuni episodi e decisioni avversi , il Napoli che ha la seconda/terza rosa del torneo non avrebbe dovuto e potuto accumulare un simile ritardo dalla vetta. Segno evidente Allan e compagni non sempre hanno fatto fino in fondo il loro dovere: in campo e fuori.

 

 

 

 

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.