Parasite, da film premio Oscar a serie tv: HBO vuole Mark Ruffalo nel cast?

La serie tv di Parasite, tratta dal film premio Oscar, prende forma: secondo rumour, la HBO vorrebbe Mark Ruffalo nel ruolo da protagonista

35
CONDIVISIONI

Dopo aver fatto la storia agli Oscars 2020, Parasite diventa ufficialmente una serie tv. Come era già stato annunciato, la HBO è al lavoro su un adattamento americano del film capolavoro di Bong Joon-Ho.

La cerimonia della 92esima edizione degli Academy Awards ha visto trionfare la pellicola sudcoreana, che si è portata a casa ben quattro statuette, di cui tre nelle categorie importanti: miglior film, miglior film straniero, miglior regia e miglior sceneggiatura originale.

La serie tv di Parasite è ancora nella fase di pre-produzione, perciò non c’è né un copione né tanto meno un cast. Tuttavia, all’indomani della vittoria agli Oscars, una fonte ha svelato a Collider che la HBO avrebbe messo gli occhi su Mark Ruffalo per offrirgli un ruolo da protagonista nel progetto. Sempre secondo la suddetta fonte, Bong avrebbe raggiunto l’attore di Avengers: Endgame, notando che ci sarebbe dell’interesse reciproco. La Hbo al momento si è limitata a dire: “La serie limitata ispirata a Parasite è nelle prime fasi di sviluppo, e speculare sul cast o sui personaggi è estremamente prematuro.”

Cosa ha risposto il diretto interessato? Avvicinato da TMZ, Ruffalo ha replicato: “Sarebbe fantastico. Bong è favoloso. Lo adoro. Il suo discorso [agli Oscars, ndr] è stato incredibile. Ha realizzato un film meraviglioso, e sarei onorato di interpretare qualcosa del genere. È così bello. Sai come funziona al giorno d’oggi, niente è finito finché non lo decidi, ma forse un giorno sarebbe bello farne parte.”

Bong ha già qualche idea per il progetto televisivo: “Ho tutte queste idee che avevo accumulato quando inizia a scrivere la sceneggiatura. Non potevo includerle tutte in due ore di film, perciò le ho conservate nel mio iPad. Con questa serie limitata, il mio obiettivo è realizzare un film lungo sei ore.” Infatti, la serie ispirata a Parasite dovrebbe essere composta da sei episodi.

Il regista sudcoreano ha poi aggiunto: “Per esempio, quando la domestica Mun Gwang (Lee Jung Eun) torna a casa nel cuore della notte, c’è qualcosa nel suo viso. Qualcosa è successo. Anche suo marito le ha chiesto cosa le fosse accaduto, ma lei non ha mai dato risposta. Io so perché lei ha tutti quei lividi in faccia. Ho una storia per questo e sul come lei faccia a sapere dell’esistenza del bunker. Che rapporto ha con quell’architetto che conosce il bunker? Quindi, ho tutte queste storie nascoste che ho conservato.”

Parasite è una cruda satira sociale che racconta il divario tra ricchi e poveri. La famiglia Kim vive di sussidio in un piccolo e sudicio appartamento seminterrato, facendo lavori temporanei a basso costo e lottando per far quadrare i conti. Questo fino a quando al figlio minore viene suggerito l’idea di fingersi un insegnante laureato per fare da tutor alla figlia della ricca famiglia Park. Mano a mano, il ragazzo riuscirà a introdurre tutti i Kim in casa, come dei parassiti. Una serie di eventi, trasformerà il tutto in tragedia.

Mark Ruffalo, dopo i film Marvel, apparirà sul piccolo schermo con la serie limitata HBO dal titolo I Know This Much Is True, che vede nel cast Imogen Poots, Juliette Lewis, Kathryn Hahn, Michael Greyeyes e Melissa Leo.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.