Lo Stato dell’Unione – Scene da un Matrimonio su laF, la serie di Nick Hornby sull’amore ai tempi della Brexit

Il 12 febbraio debutta in Italia Lo Stato dell'Unione - Scene da un Matrimonio: laF trasmette in un'unica serata la premiata serie di Nick Hornby

6
CONDIVISIONI

Acclamata dalla critica ed apprezzata dal pubblico, arriva anche in Italia la serie tv Lo Stato dell’Unione – Scene da un Matrimonio, scritta da Nick Hornby e diretta da Stephen Frears: nella settimana di San Valentino, laF la trasmette in esclusiva per l’Italia, mercoledì 12 febbraio alle 21.10

In dieci mini-episodi da circa 10 minuti, il racconto di una crisi coniugale si snoda plasticamente attraverso i dieci incontri a cadenza settimanale che una coppia si concede al tavolo di un bar prima della consueta seduta dal consulente matrimoniale. I loro dialoghi sono conversazioni ironiche e pungenti, ma anche tenere ed appassionate, con cui provano a sviscerare le ragioni della crisi del loro rapporto.

Rosamunde Pike (nominata all’Oscar e ai Golden Globe come Miglior attrice protagonista per L’amore bugiardo – Gone Girl) e Chris O’Down (il sicario Miles Daly nella serie cult Get Shorty) interpretano la gerontologa Louise e il critico musicale squattrinato Tom, sposati da molti anni con un matrimonio che credono solido. Almeno finché un “piccolo sbaglio” li spinge a pensare al divorzio. Sull’orlo della rottura, si affidano ad un terapista di coppia (un personaggio che resta off screen e non appare mai nella serie) e prima di ogni seduta settimanale si vedono un pub di Londra, qualche minuto prima di entrare nello studio del consulente.

Nel breve confronto, animato da dialoghi serrati e pungenti, discutono dei problemi della loro relazione e degli eventi che li hanno generati: i loro botta e risposta diventano uno specchio delle relazioni coniugali contemporanee, alle prese con continue sfide da affrontare in una società che è altrettanto in continuo mutamento. Succede, ad esempio, che l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea diventi una metafora della loro crisi matrimoniale:

“Abbiamo milioni di cose di cui parlare. Il tuo lavoro. Il mio lavoro. Le difficoltà di nostro figlio a scuola. La morte di tua madre. Porca miseria. A pensarci, è come la Brexit: due anni di chiacchiere solo per identificare i problemi”. “La Brexit comunque è una specie di divorzio”.

Lo Stato dell’Unione: la Brexit

“Leave” o “Remain”? L’attualità offre spunti perfetti per raccontare la storia di una coppia in crisi. Nick Hornby e Stephen Frears firmano rispettivamente la sceneggiatura e la regia di questa irresistibile e attualissima commedia sull’amore… ai tempi della Brexit! “Lo stato dell’Unione – Scene da un Matrimonio”, mercoledì 12 febbraio alle 21.10 in prima visione assoluta su laF, canale 135 di Sky.

Pubblicato da laeffe su Venerdì 7 febbraio 2020

A far conquistare alla serie 3 statuette ai Primetime Emmy Awards 2019 – Miglior serie, Miglior attore e Migliore attrice nella categoria Short form Series – è stata certamente la scrittura brillante del romanziere e sceneggiatore inglese Nick Hornby, autore di bestseller internazionali come Febbre a 90‘, Alta fedeltàUn ragazzo, e già due volte in nomination ai premi Oscar per le sceneggiature di An Education e Brookling. Dopo il film Alta Fedeltà del 2000 con John Cusack, Hornby è tornato a collaborare con l’amico regista Stephen Frears, che ha già diretto PhilomenaFlorenceVittoria e Abdul e ha ottenuto due nomination all’Oscar come Miglior regista per Rischiose Abitudini e per The Queen – la Regina). La sceneggiatura della serie è stata pubblicata nell’omonimo libro, Lo Stato dell’Unione, pubblicato in Italia da Guanda nel 2019.

Già trasmessa nel Regno Unito da BBC, la serie arriva in Italia grazie alla tv del gruppo Feltrinelli: laF (canale135 di Sky) propone i dieci episodi de Lo Stato dell’Unione in un’unica serata, in onda in prima tv assoluta mercoledì 12 febbraio 2020 alle 21.10disponibile anche su SkyGo e Sky On Demand

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.