L’Amica Geniale 2 porta su Rai1 lo stupro senza censura e il pubblico ricambia il coraggio con ottimi ascolti

L'Amica Geniale 2 arriva dritta come un pugno allo stomaco dello spettatore tra stupro, omertà e patriarcato

755
CONDIVISIONI

L’Amica Geniale 2 è arrivata dritta allo stomaco dello spettatore ieri sera. È stato difficile trattenere le lacrime sin dal momento in cui il destino di Lila è stato svelato, sin da quando abbiamo capito insieme a lei che il destino dorato che aveva sognato come signora Carracci a capo della fortuna del marito per lasciarsi alle spalle povertà, sofferenze e violenza, non esisteva. Lila non ci ha messo molto a capirlo visto che nel momento in cui ha visto Marcello Solara al suo matrimonio con le sue scarpe, tutto è diventato chiaro.

Da lì in poi tutto è finito con Stefano. L’Amica Geniale 2 segna il passaggio ad una nuova epoca buia per Lila che sa bene che infilandosi quell’anello ha rinunciato a se stessa con tutto quello che questo significa. Il marito le da un primo schiaffo per ristabilire l’ordine delle cose nella coppia e poi non pensa ad altro che a possedere quel corpo che ha “comprato” sposandosi.

Stefano ha intenzione di esercitare il suo potere e di consumare la sua prima notte aspettandola mentre Lila faceva i conti con quello che da lì a poco sarebbe successo convinta, in un primo momento, di poter controllare tutto. Inutile dire che l’inquadratura di Stefano dietro la porta del bagno con la faccia deformata dalle sfaccettature del vetro ha regalato in immagini quello che tutti noi abbiamo pensato e immaginato leggendo L’Amica Geniale 2. Adesso Stefano è un mostro, nel vero senso della parola, e niente di quello che è successo ci fa pensare il contrario.

La violenza toglie il fiato e fa riflettere sulla condizione femminile, sul patriarcato e su quanto la situazione sia diversa per certi aspetti ma non per altri e il momento clou è sicuramente quello in cui Gaia Girace e Giovanni Amura portano sullo schermo la prima, violenta, notte di nozze di Lila e Stefano. Lei cerca di respingerlo al grido di “non ti voglio”, lui la schiaffeggia e poi la sovrasta bloccandola e usandole violenza fino a che Lila tramortita, si abbandona quasi come svenuta. Lui continua a ripeterle “Sarai obbediente, vero, Lì? Sarai obbediente? Dillo” ma lei rimane muta e tutti sanno che non sarà così. Stefano continuerà ad usare la violenza e lei l’astuzia pungendolo nel profondo illudendosi che questo possa bastare per sentirsi libera.

La grande interpretazione di Gaia Girace non può che essere premiata dal pubblico che già ieri sera numeroso ha commentato la sua performance, l’immensità di questa serie e anche il fatto che la Rai abbia portato in tv la scena dello stupro senza censura. Lila è ancora quella bambina che non aveva paura delle percosse del padre, che si tirava su puliva la vestina e tornava ad essere ancora più testarda e dura di prima, ed è merito di Gaia Girace e Saverio Costanzo se riesce ad arrivare al pubblico in tutto il suo fascino.

Ecco gli ascolti della prima puntata:

Commenti (3):
valeriano pettinelli

grandissima scenografia , interpretazione ,tema ,… veramente trattenuto e continuato a guardarlo , messo poi in confronto con altri stupidi sciocchi programi , grazie alla Rai !

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.