Il Mobile World Congress 2020 non si farà? Decisione finale il 14 febbraio

Fra tre giorni un'importante riunione GSMA che potrebbe votare per l'annullamento dell'edizione 2020

15
CONDIVISIONI

C’è la possibilità concreta che il Mobile Wolrd Congress non si farà affatto e dunque non prenderà il via il prossimo 24 febbraio a cuasa della diffusione del coronavirus. Una decisione davvero drastica in tale direzione potrebbe essere presa a breve da parte dell consiglio di GSMA, l’associazione degli operatori di telecomunicazione e di tante società tecnologiche che organizza da anni la nota conferenza a Barcellona, in Spagna.

Già da giorni appare evidente il seguente scenario: seppur confermato, proprio il Mobile World Congress rischia di essere disertato. Tanti brand hanno comunicato la loro intenzione di non partecipare al convegno spagnolo per non mettere in pericolo i propri dipendenti da un’eventuale esposizione al contagio del coronavirus. Tra i più noti marchi c’è LG, Sony ma anche Amazon e un gran numero di altri brand. Anche Samsung poi sembrerebbe intenzionata a presenziare in maniera limitata proprio all’evento in questione. Insomma, l’evento non sarebbe di certo ai livelli di quello dell’anno scorso o degli anni precedenti e dunque decisamente sotto tono.

Proprio per lo stato di cose su elencato, come comunica il sito spagnolo Expansion.com, GSMA avrebbe in programma una riunione d’urgenza venerdì 14 febbraio in cui potrebbe essere deciso anche l’annullamento totale dell’edizione 2020 del MWC. Altra possibilità potrebbe essere anche il posticipo del congresso in avanti ma quest’ultima ipotesi appare alquanto poco sensata, proprio perché non si conoscono gli eventuali sviluppi del coronavirus.

Dunque fra tre giorni esatti dovrebbe essere ben chiaro il destino legato al Mobile World 26 membri di società telefoniche e tecnologiche di tutto il mondo. Attualmente la presidenza è nella mani di Stéphane Richard , CEO di French Orange. Nel caso in cui, come realmente possibile, la vetrina del congresso dovesse essere del tutto annullata, in particolare ne potrebbe risentire Samsung che avrebbe di certo preferito mostrare al pubblico di esperti e addetti del settore i suo Galaxy S20 e il Galaxy Z Flip freschi di presentazione.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.