Dragon Ball Z Kakarot su Nintendo Switch? Non previsto, ma nemmeno escluso

Non si pone limiti l'ultima iterazione dello storico franchise, che presto o tardi potrebbe portare Goku e soci anche sugli schermi di Nintendo Switch

Un successo straripante quello di Dragon Ball Z Kakarot, l’ultimo videogioco legato al franchise a essere sbarcato sugli scaffali dei negozi. La sua release è infatti avvenuta soltanto da una manciata di settimane, lo scorso 17 gennaio, ma tantissimi sono gli utenti che non hanno perso tempo e si sono fiondati nelle lande confezionate da CyberConnect2.

Chiaro ed evidente è il sintomo che dei combattenti partoriti dal genio di Akira Toriyama non se ne abbia mai abbastanza. E i numeri fatti registrare parlano alquanto chiaro, con i report che hanno infatti evidenziato il considerevole numero di un milione e mezzo di copie vendute nel mondo solo nella prima settimana dall’uscita.

Grande slancio quello di Dragon Ball Z Kakarot, che sembra non essere destinato ad esaurirsi nel giro di breve tempo. Se da un lato si rincorrono le voci in merito a possibili espansioni, dall’altro non sono da prendere sotto gamba quelle che vorrebbero il gioco di Bandai Namco espandere ulteriormente la propria platea.

Offerta
Dragon Ball Z: Kakarot - Playstation 4, 12 anni+
  • Oltre le epiche battaglie, tuffati nel mondo di dragon BALL Z:...
  • Esplora nuove ZONE e vivi le avventure del mondo dragon ball Z mentre...

Dragon Ball Z Kakarot si fa piccino picciò?

Chiaramente siamo nel campo delle mere speculazioni, ma il sogno di portare il nuovo titolo anche sulla piccola ma compatta Nintendo Switch albergherà nei cuori e nelle menti degli addetti ai lavori. D’altronde stiamo parlando di un franchise che è capace di adattarsi a qualsiasi tipologia di adattamento. E le performance tecniche di questo gioco, tanto belle su PS4 e Xbox One, potrebbero tranquillamente essere replicate anche sullo schermo dell’handheld del colosso di Kyoto.

Non ci sono limitazioni hardware che tengano, considerando anche semplicemente quanto fatto di recente da CD Projekt RED con il loro The Witcher 3. Se si pensa poi alle dinamiche ludiche alle spalle di Dragon Ball Z Kakarot, si capisce bene quale sia il potenziale del gioco in una sua eventuale incarnazione portatile. Le missioni secondarie che portano a esplorare il mondo di gioco sarebbero perfette per una corsa in bus o sulla metro. E per le sessioni più impegnative si può attendere con pazienza il ritorno a casa e il ritorno di Nintendo Switch nel suo dock (o anche no, ndr).

Quello che è certo, qualora il tutto dovesse concretizzarsi, è che non stiamo parlando di tempi brevi. Considerando anche quanto fatto in passato con un altro gioco della serie, Dragon Ball FighterZ, è lecito che si debba attendere un lasso di tempo compreso tra sei mesi e un annetto. Nulla che risulti poi eccessivamente traumatico, vista l’abbondanza in termini ludici che ci aspetta nei prossimi mesi. Lo mettiamo in cima alla to-do-list.

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.