L’Amica Geniale 2 allarga i suoi orizzonti tra violenze e rabbia travolta dagli anni ’60 (Recensione)

L'Amica Geniale 2 porta sullo schermo i tumulti del passaggio dall'adolescenza all'età adulta e dei complicati anni '60

141
CONDIVISIONI

Gli anni ’60 fanno da sfondo a L’Amica Geniale 2 e chi quegli anni li ha vissuti sa bene cosa significa. La rivoluzione è in atto ma non quella armata, almeno non nel senso letterale del termine, ma quella economica e politica. Da una parte abbiamo il boom economico che porta al cambiamento con l’abbandono delle campagne e la crescita delle città e dall’altra la sinistra pronta ad affermarsi mentre i giovani diventano una vera e propria forza politica mentre le lotti tra classi, la forza dello studio e l’emancipazione hanno fatto il resto. Tutto questo entrerà ne L’Amica Geniale 2 e farà vibrare l’anima delle nostre protagoniste.

Gli anni ’60 non faranno solo da sfondo all’evoluzione di Lila e Lenù ma saranno protagonisti insieme a loro de L’Amica Geniale 2 aprendo nuovi orizzonti fatti ancora di violenze e rabbia, sentimenti chiave di questa stagione. Tutto questo porterà ad una vera e propria rottura con quello che abbiamo visto fino a questo momento.

Le due protagoniste sono alle prese con il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, stanno vivendo in maniera diversa i loro 16 anni, ma tutto questo non riuscirà a tenerle lontane. Lila ha appena sposato Stefano Carracci, colui che l’ha tradita a pochi minuti dal matrimonio, e in poco tempo si accorge che lui non la ama e che nemmeno lei ama lui, tra loro c’è una vera e propria battaglia che sfocia spesso in violenza anche sotto gli occhi atterriti di Elena che può solo stare in disparte a guardare mentre l’amica continua a subire per mano degli uomini più importanti della sua vita.

L’unico desiderio di Lila era quello di essere libera ma anche con Stefano sarà impossibile. Dietro la facciata di giovane donna invidiata dall’intero rione, c’è l’essenza di una donna costretta a subire violenza e accantonare ancora una volta il suo desiderio di emancipazione ed è per questo che Elena deve continuare a studiare e andare lontano, deve farlo per entrambe. Sarà proprio il tumulto di quegli a tenere Lenù lontana dal rione che ormai le va stretto ma in cui avrebbe voluto tornare per mettersi in pari con l’amica di sempre e, magari, rinunciare a tutto per sposarsi.

L’Amica Geniale 2 partirà proprio da qui regalando al pubblico il momento in cui le differenze tra le vite delle due protagoniste si fanno sempre più marcate fino alla rottura che lo stesso Saverio Costanzo ha già annunciato in conferenza stampa. Sin dai primi momenti il pubblico sarà chiamato a notare come le vite di Lenù e Lila saranno lo specchio della società che cambia ma, soprattutto, come il livello di pienezza e di bellezza sia ancora quello della prima stagione.

Le emozioni umane e le storie dei protagonisti continueranno ad essere ben esplorate e, se vogliamo, ancora meglio dei primi episodi grazie ad un meccanismo ormai ben oleato e alle due attrici principali, Gaia Girace e Margherita Mazzucco, ancora più mature e libere. Il resto lo faranno quei luoghi e quei momenti che Elena Ferrante ha ben descritto in Storia del Nuovo Cognome e che da questa sera vedremo prendere vita sullo schermo con i primi due episodi de L’Amica Geniale 2.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.