5 serie tv che affrontano il tema del bullismo, da Glee a Tredici

Nella Giornata nazionale contro il bullismo abbiamo ripensato a cinque serie tv che affrontano questo delicato tema nelle proprie trame, svelandone la crudeltà e delle possibili vie d'uscita

Nel suo sforzo crescente di ritrarre la realtà tutta, la televisione è sempre più impegnata a propagare le storie di soggetti spesso relegati al margine della società e della considerazione altrui. Fra questi, le vittime di bullismo offrono a film e serie tv alcuni degli archi narrativi emozionalmente più intensi e carichi di sofferenza.

Nella Giornata nazionale contro il bullismo abbiamo ripensato a 5 serie tv che affrontano questo delicato tema nelle proprie trame, svelandone la crudeltà dirompente e, talvolta, anche delle possibili vie d’uscita.

Glee

Il primo, grande successo televisivo firmato Ryan Murphy potrà essersi concluso da un pezzo, ma conserva ancora un posto nel cuore di tanti appassionati.

I destini degli studenti della McKinley High sono al centro di vicende avverse di ogni tipo, e il giovane Kurt deve far fronte a quante più minacce al proprio benessere fisico e mentale.

A minare la sua già precaria stabilità è il bullo della scuola, Dave Karofsky, disposto a tutto pur di rendere la vita impossibile a uno dei pochi ragazzi gay dichiarati dell’istituto.

Dopo settimane di abusi fisici e mentali, però, la maschera di Karofsky cade, svelando ai compagni e all’intero ambiente il volto di un ragazzo profondamente sofferente perché incapace di accettare la propria omosessualità.

I Simpson

Nella serie animata che – quasi – più di ogni altra fa del politicamente scorretto il proprio marchio distintivo, il bullo Nelson merita una menzione particolare.

Il suo identikit rispecchia quello del tipico ragazzo problematico: famiglia disastrata e al limite dell’inesistente, comportamenti criminali dei più disparati, abitudine agli abusi come forma di interazione con gli altri, coetanei o meno.

Altrettanto simile a quello di altri bulli è il suo profilo psicologico. Nelson, infatti, non è un cattivo unidimensionale. Al contrario, nel corso delle numerose stagioni de I Simpson mostra in più occasioni un lato vulnerabile di sé, capace di provare e manifestare compassione e affetto. E neppure l’inevitabile ritorno alla tipica risata di scherno può convincere che sia un caso irrecuperabile.

Tredici

La controversa, problematica Tredici riporta al centro dell’attenzione generale lo spinoso problema del bullismo fra adolescenti fin dalla sua prima stagione.

Nella serie abbondano le figure di liceali inclini agli abusi nei confronti dei coetanei, ma ciò che più scuote le coscienze è il ritratto delle vittime. Ed è una in particolare a suscitare forti inquietudini: quella di Tyler.

Superata la storyline di Hannah e delle cassette, la vicenda personale di Tyler emerge nei suoi risvolti potenzialmente inquietanti. La brutale violenza sessuale di cui è vittima è il detonatore di un ordigno mentale che porta gli spettatori a domandarsi cosa possa scaturire da un tale dolore.

Nello specifico spinge a domandarsi se nella mente di un ragazzo complicato e solitario possa scatenarsi una furia tale da concludersi in una sparatoria di massa. Una domanda non banale, considerate le tragiche statistiche statunitensi in materia.

Offerta
Tredici
  • Asher, Jay (Author)

One Tree Hill

Si è visto qualcosa di simile, molti anni prima, in One Tree Hill. Anche in questo teen drama il punto di vista sulla piaga del bullismo è quello di una vittima, lo studente della Tree Hill High School Jimmy Edwards.

Esasperato dagli abusi cui è costretto a sottostare, Jimmy porta una pistola a scuola per potersi finalmente vendicare dei suoi aguzzini. Sono Lucas e il fratello Nathan a intervenire per proteggere amici e compagni, mettendo a rischio la propria stessa vita.

L’episodio giunge però al più tragico degli epiloghi. Gli studenti del liceo riescono a evacuare l’istituto, e così i protagonisti della serie, mentre Jimmy si suicida usando la sua stessa pistola. È la deprimente sconfitta di un ragazzo normale, schiacciato dal bullismo della controparte apparentemente perfetta del microcosmo scolastico.

One Tree Hill-Complete Series [Importato da UK]
  • Audience Rating: X (Solo per adulti)

Insatiable

Il bullismo colpisce le forme più svariate di ciò che è concepito come diverso, o meglio, come non conforme allo standard corrente. Lo dimostra una serie tv Netflix più che mai sferzata dalle polemiche per una presunta propaganda implicita del fat-shaming e dei disturbi alimentari: Insatiable.

Le vicende al centro della controversia sono quelle della giovane Patty, teenager sovrappeso che per via di un problema alla mandibola riesce a perdere i chili in eccesso. Conquistata una forma smagliante, la ragazza inizia finalmente ad apprezzarsi e orchestra la propria vendetta nei confronti di chi l’ha tanto fatta soffrire.

Le critiche a Insatiable derivano in parte dalla convinzione che la serie incoraggi a perseguire un falso ideale di autoaccettazione. Tuttavia è innegabile che, allo stesso tempo, stimoli riflessioni su questioni sensibilissime legate al bisogno compulsivo di mangiare – o evitare di farlo –, alle immagini distorte di sé, allo stigma percepito nel chiedere aiuto per affrontare qualsiasi forma di disturbo alimentare o ansia generalizzata.

Poster - Locandina - Serie TV - Insatiable Manifesto 70x50
  • Acquistando diversi prodotti si paga una sola spedizione
  • Poster con formato a scelta

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.