Piero Pelù a Sanremo 2020 con Gigante e il nuovo album Pugili Fragili

Il rocker fiorentino debutta per la prima volta sul palco dell'Ariston come solista

1300
CONDIVISIONI

La calata di Piero Pelù a Sanremo 2020 giunge come una grande sorpresa. Il cattivo ragazzo del rock calcherà infatti il palco del Festival per la prima volta da solo, dopo la conclusione del lungo progetto dedicato a Eutòpia con i Litfiba, che aveva riunito di recente.

La sua partecipazione al Festival di Sanremo è stata resa ufficiale il 31 dicembre scorso, quando Amadeus aveva deciso di rilasciare l’esclusiva a Repubblica dopo il clamoroso spoiler di Chi che aveva dato come certa la lista degli artisti dell’edizione numero 70 (qui il testo di Gigante).

Piero Pelù a Sanremo 2020 nella seconda serata in Gigante

Il leader dei Litfiba rompe il ghiaccio con il brano che ha dedicato al suo nipotino di tre anni ma anche a tutti coloro che intendono riprendere in mano la propria esistenza.

Ecco il video dell’esibizione:

Chi è Piero Pelù

Piero Pelù nasce a Firenze nel 1962. Arrivato al successo come frontman dei Litfiba, nei quali ha militato dal 1980 al 1999, è protagonista di una nuova avanguardia del rock italiano arricchita da un modello vocale molto particolare, quasi stregonesco, quello che ancora oggi lo rende unico.

La pubblicazione di Infinito è lo spartiacque per il momentaneo arrivederci alla band che ha fondato con Ghigo Renzulli, decidendo così di dedicarsi a una lunga carriera da solista. Il suo nome, senza quello dei Litfiba, è legato al disco che ha rilasciato con Jovanotti e Ligabue e che hanno intitolato Il Mio Nome è Mai Più. L’album è un successo, con 500000 copie vendute.

Eutopia
  • Cd litfiba - eutopia
  • Codice Prodotto: B2_0651627

Il debutto da solista dopo lo stop ai Litfiba

Il primo album da solista arriva il 21 aprile del 2000 e prende il titolo di Nè Buoni Nè Cattivi, con U.D.S. – L’Uomo Della Strada torna nel 2002, con il quale si lascia andare a qualche testo dal sapore apertamente politico, filone che poi ha abbandonato con il rilascio di Soggetti Smarriti, nel quale compare anche un brano dei Litfiba che ha reinciso, Re Del Niente.

Il 2005 è l’anno di Presente, raccolta nella quale ha compreso due inediti, con il quale conclude questa sua prima parte di carriera e il contratto con la sua etichetta discografica, la Warner, per poi approdare in Sony un anno dopo, nel 2006. Con Sony, pubblica In Faccia.

Fenomeni arriva nel 2008, mentre nel 2009 tornano i Litfiba con Piero Pelù come frontman. Il 2010 è l’anno di Stato Libero Di Litfiba, doppio album dal vivo, quindi Grande Nazione, al quale fanno seguire la Trilogia 1983 – 1989 Live 2013.

Dopo alcune esperienze televisive, torna con i Litfiba ed Eutòpia, album di inediti dal quale hanno estratto diversi singoli e che hanno portato in tour in tutta Italia e nei maggiori palasport italiani. I progetti per il promozione del nuovo album sono durati un anno.

Nel 2019 riprende la sua attività da solista e rilascia il singolo Pic-nic All’Inferno, nel quale ha compreso una campionatura della voce di Greta Thumberg e di uno dei suoi discorsi come attivista per l’ambiente. Il nuovo progetto arriverà nel 2020 e s’intitola Pugili Fragili, in uscita il 21 febbraio 2020.

Piero Pelù a Sanremo 2020

Il 31 dicembre 2019 è ufficializzata la sua presenza al Festival di Sanremo 2020 di Amadeus. Il 6 gennaio 2020, Piero Pelù ha partecipato allo speciale dei Soliti Ignoti abbinato alla Lotteria Italia per annunciare il titolo del suo brano in gara, Gigante, che ha dedicato al suo nipotino di 3 anni.

La 70esima edizione del Festival di Sanremo sarà trasmessa dal 4 febbraio all’8 febbraio dal Teatro Ariston con la conduzione di Amadeus.

Commenti (1):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.