Patrick Dempsey verso una nuova serie tv, sarà un leader del Congresso nel political drama Ways & Means?

Patrick Dempsey potrebbe tornare alla lunga serialità con una nuova serie tv dal titolo Ways & Means per CBS

249
CONDIVISIONI

Dopo Grey’s Anatomy, La Verità Sul Caso Harry Quebert e l’inedita Diavoli, Patrick Dempsey potrebbe aver trovato un nuovo ruolo in tv: l’attore è stato scritturato per Ways & Means, un political drama creato dal produttore esecutivo di Senza Traccia Ed Redlich.

La serie non è stata ancora ordinata per un’intera stagione, ma CBS ha deciso di valutarne un episodio pilota per capire se investire su questo titolo nel suo palinsesto.

Dempsey sarà protagonista del dramma politico, spiega in anteprima TvLine che ha dato la notizia, nei panni di un potente leader del Congresso americano ormai disilluso e senza fiducia nella politica. Quando si ritrova a lavorare segretamente con una giovane deputata, determinata ed idealista, appartenente al partito avversario rispetto a quello in cui ha sempre militato, il personaggio di Dempsey decide di collaborare con la congressista per sovvertire il sistema di potere cristallizzato che lui stesso ha contribuito a creare negli anni. Insieme lavoreranno per cercare di salvare la politica americana, a condizione di non finire in prigione.

Redlich firma la sceneggiatura con il noto consulente politico del Partito Repubblicano statunitense Mike Murphy, e insieme saranno produttori esecutivi della serie con Denise Di Novi e Tom Lassally. Tra i co-produttori anche l’ex presidente della CBS Nina Tassler e Joannie Burstein.

Questa la trama della potenziale serie (inizialmente intitolata The Whip), al momento ancora allo stadio embrionale visto che ne verrà sviluppato un solo episodio pilota da sottoporre al giudizio della rete. Se CBS deciderà di ordinarne un’intera stagione, Patrick Dempsey potrebbe tornare sul piccolo schermo negli Stati Uniti nella prossima stagione televisiva.

Offerta

Negli ultimi anni l’ex McDreamy ha consolidato la sua carriera televisiva interpretando ruoli molto diversi da quello del fascinoso neurochirurgo con cui ha trovato la popolarità internazionale. Dopo l’addio a Grey’s Anatomy cinque anni fa, ha interpretato il film Bridget Jones’ Baby come nuovo amore della protagonista, poi si è calato nel thriller di Joel Dicker come protagonista della miniserie in dieci episodi La Verità Sul Caso Harry Quebert, infine è diventato il rapace finanziere di Devils (la produzione internazionale di Sky in arrivo nel 2020) al fianco di Alessandro Borghi, dal romanzo I Diavoli di Guido Maria Brera.

I diavoli
  • Brera, Guido Maria (Author)

Questo sarebbe il suo terzo ruolo televisivo – e il primo, potenzialmente, in una lunga serialità – dopo il controverso addio a McDreamy, il ruolo di Derek Shepherd che ha interpretato per dieci anni in Grey’s Anatomy e che ha lasciato al termine dell’undicesima stagione. Da allora la sua carriera ne ha certamente giovato: superate le polemiche e i rumors sulle motivazioni del suo addio alla ShondaLand di Shonda Rhimes, la decisione di lasciare una serie di successo andando incontro ad un futuro incognito è stata una scommessa vinta, che gli ha permesso a cinquant’anni di sperimentare ruoli completamente inediti.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.