Nel testo di Niente (Resilienza 74) di Rita Pavone la capacità di rialzarsi

La cantante torinese si presenta con un brano che racconta i suoi anni, le sue emozioni e le sue delusioni

423
CONDIVISIONI

Nel testo di Niente (Resilienza 74) di Rita Pavone s Sanremo 2020 c’è la capacità di rialzarsi e ritrovare equilibrio dopo le delusioni della vita.

Rita Pavone torna al Festival della Canzone Italiana giunto alla 70esima edizione con un brano che porta il numero dei suoi anni – 74, appunto – e che già dal titolo nasconde un excursus di tutto ciò che la cantante torinese ha vissuto. La sua ultima partecipazione alla kermesse del Teatro dell’Ariston risale a 48 anni fa, quando nel 1972 presentò il brano Amici Mai.

L’ultimo disco di Rita Pavone è stato pubblicato nel 2013 col titolo Masters e raccoglie in un doppio formato 15 cover di successi internazionali anche nella versione italiana.

Rita Pavone a Sanremo 2020

Rita Pavone a Sanremo 2020 si esibisce alla prima serata con Niente (Resilienza 74).

Il significato del testo di Niente (Resilienza 74) di Rita Pavone a Sanremo 2020

Il testo di Niente (Resilienza 74) di Rita Pavone, come suggerisce il titolo, parla della necessità di ritrovare la forza per continuare il proprio percorso dopo i vari ostacoli dell’esistenza. Protagonista della canzone è l’orgoglio, una spinta che apre tutte le porte della rinascita e consente la riconquista, appunto, della resilienza.

Per raccontare le sue emozioni di donna, artista, madre e moglie la cantante torinese ha scelto un brano forte con un arrangiamento che è tipico della sua carriera: Rita Pavone non ha mai conosciuto mezze misure e per questo si è sempre spostata tra il rock e la ballata, senza scendere a compromessi.

Gli autori di Niente (Resilienza 74) di Rita Pavone

Il testo di Niente (Resilienza 74) è stato scritto, insieme alla musica, da Giorgio Merk, compositore di successo appassionato di musica per naturale eredità della madre, essendo il figlio di Rita Pavone.

Scopriremo il brano che la cantante torinese presenterà a Sanremo 2020 a partire dal 4 febbraio, giorno in cui avrà inizio la kermesse più attesa del Teatro dell’Ariston che avrà luogo fino all’8 febbraio in diretta su Rai 1 e con la conduzione di Amadeus.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.