Nel testo di Lo Sappiamo Entrambi di Riki a Sanremo 2020 le situazioni di stallo

Il significato del brano Lo Sappiamo Entrambi, che Riki presenta al Festival di Sanremo

1
CONDIVISIONI

Nel testo di Lo Sappiamo Entrambi di Riki a Sanremo 2020 c’è un momento che non trova spazio in molte canzoni e che tende a non essere considerato importante neanche nella vita di tutti i giorni.

Riccardo Marcuzzo presenta al Festival di Sanremo un brano pop che anticipa i suoi concerti nei palasport. Secondo classificato ad Amici di Maria De Filippi, nell’edizione 2016, e vincitore della categoria canto, Riki è reduce da una tournée in sud America che gli ha consentito di rilasciare anche diversi brani in lingua spagnola.

A Sanremo 2020 Riki si propone per la categoria dei Campioni e nel testo di Lo Sappiamo Entrambi affronta un periodo particolare della vita delle persone, che sia lavorativa o sentimentale.

Riki a Sanremo 2020

A Sanremo 2020, Riccardo Marcuzzo si esibisce nel corso della prima serata con Lo Sappiamo Entrambi. Particolarmente emozionato, Riki ha eseguito dal vivo per la prima volta il nuovo singolo che anticipa il prossimo progetto di inediti.

Il video dell’esibizione del 4 febbraio:

Il significato di Lo Sappiamo Entrambi di Riki

Lo Sappiamo Entrambi di Riki svela già molto nel solo titolo. In una coppia ci si dice a vicenda: “Lo sappiamo entrambi”, quando inevitabilmente ci si rende conto che non si può più continuare.

Lo Sappiamo Entrambi indica quindi quel momento di stallo in cui la fase di innamoramento è passata ed è ormai alle spalle e non si sa come andare avanti. Il futuro è ancora incerto, insicuro, e addirittura potrebbe non esserci per i due protagonisti della relazione sentimentale.

Probabilmente il testo di Lo Sappiamo Entrambi è ispirato all’amore ma la stessa via di mezzo la si vive in ogni rapporto quotidiano. Lo Sappiamo Entrambi può dunque essere un messaggio applicato ad un’amicizia piuttosto che ad un rapporto lavorativo e indica la confusione che precede una decisione importante che porta, quasi sempre, all’interruzione della relazione – di qualunque natura essa sia.

Spesso nelle canzoni si parla dell’inizio di un amore o della sua fine. Troviamo i più disparati personaggi, protagonisti attivi degli amori più incantevoli e dei sogni più belli. Numerose però sono anche le riflessioni sulla fine di una storia d’amore e i racconti sul dolore che la chiusura di una relazione causa puntualmente.

Nel pezzo Lo Sappiamo Entrambi di Riki, a Sanremo 2020, non troveremo nulla di tutto questo. Non ci sono i momenti “salienti” del rapporto quanto piuttosto quella collezione di attimi, spesso sottovalutati ma vitali, che precedono l’ammissione: è finita.

La presa di coscienza che nulla sarà più come prima e che il sentimento o il rapporto lavorativo deve ormai concludersi segue questa la terra di mezzo in cui spesso si trascorre troppo tempo.

Gli autori di Lo Sappiamo Entrambi di Riki

Hanno scritto Lo Sappiamo Entrambi Riccardo Marcuzzo e Riccardo Scirè.

Il testo di Lo Sappiamo Entrambi

Le luci si spengono
Mentre il tempo sbiadisce nascosto in disparte 
E ascolta fissandoci 
Tra storie che scorrono
Le osserviamo cambiare e troviamo cambiati solo noi 
Restiamo distanti restandoci accanto
Non lo noti anche tu?
Nei nostri sguardi che si sfiorano per strada e per sbaglio
A mezz’aria e senza alzarsi di più
Però qualcosa non torna 
Tralasciando i ricordi che ho di te
Ti scrivo e dopo cancello 
Non ti scrivo che tanto è inutile
Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu 
Ti addormenti guardando la tivù
Chissenefrega di noi se non so 
Quello che vuoi se non parli
Se ci diciamo di sì ma fingiamo
E lo sappiamo entrambi 
Parole che inciampano 
Le sprechiamo in silenzi sfogandole addosso
E poi sul telefono
Trattieni i respiri e li aggiusti in un fiato
Ti diverti e ti annoi
Da adesso in poi non darmi mai e non darlo mai per scontato
Non rispondi se ti chiedo di noi
Però qualcosa non torna 
Tralasciando i ricordi che ho di te
Ti scrivo e dopo cancello 
Non ti scrivo che tanto è inutile
Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu 
Ti addormenti guardando la tivù
Chissenefrega di noi se non so 
Quello che vuoi se non parli
Ci riproviamo ma la voce singhiozza 
Urlami in faccia rinfaccia e vai
Silenzio in mezzo e dopo un po’
Il frastuono e poi il silenzio ancora 
Però qualcosa non torna 
Tralasciando i ricordi che hai di me
Mi scrivi e dopo cancelli 
Non mi scrivi che tanto è inutile
Io fisso il vuoto che è a pezzi e tu 
Ti addormenti guardando la tivù
Chissenefrega di noi se non so 
Quello che vuoi se non parli
Se ci diciamo di sì ma fingiamo
E lo sappiamo entrambi

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.