Il testo di Il Confronto di Marco Masini a Sanremo 2020 è un gioco di ruolo

A tre anni da Spostato Di Un Secondo, Marco Masini torna sul palco con un pezzo nel quale si guarda allo specchio

36
CONDIVISIONI

Un continuo scambio di ruoli, nel testo di Il Confronto di Marco Masini, che torna sul palco del Teatro Ariston a distanza di tre anni da Spostato Di Un Secondo. Come annunciato, il brano sarà riversato nell’album che rilascerà per festeggiare i suoi primi 30 anni di carriera, da portare anche in un tour nei teatri.

Nei primi stralci di testo che sono emersi a seguito dell’ascolto condotto dalla critica, si legge la volontà di volersi mettere a confronto con quello che si è fatto e quello che si sarebbe potuto fare, con la certezza di non potersi crogiolare in una vita fatta di ma e di se. Marco Masini fa parte dei 24 artisti che sono stati annunciati nel corso dell’intervista che Amadeus ha rilasciato a Repubblica e presentati durante lo speciale de I Soliti Ignoti del 6 gennaio.

Marco Masini a Sanremo 2020

Il Confronto di Marco Masini a Sanremo 2020 è il secondo brano che ascoltiamo di questa nuova edizione del Festival e ci restituisce l’artista fiorentino così come l’abbiamo conosciuto ai tempi di Disperato.

Il significato di Il Confronto di Marco Masini a Sanremo 2020

Le chiavi di lettura del brano di Marco Masini a Sanremo 2020 sono molteplici. Si traccia un bilancio della propria esistenza ma si cerca anche di perdonare se stessi per qualcosa che non è accaduto, per volontà o per destino.

Una voce inconfondibile è quella che emerge dall’interpretazione di Il Confronto che fa Marco Masini, veterano del palco del Festival di Sanremo nel quale è stato vincitore per due volte, nella sezione Nuove Proposte con Disperato e in quella Campioni con L’Uomo Volante, nel 2004.

Gli autori di Il Confronto di Marco Masini a Sanremo 2020

Il brano di Marco Masini a Sanremo 2020 è firmato da Marco Masini, Daniele Coro e Federica Camba. Per la serata delle cover, l’artista fiorentino ha deciso di portare Vacanze Romane dei Matia Bazar che eseguirà in duetto con la poderosa voce di Arisa. La cantante lucana viene dalla recente esperienza di Il Cantante Mascherato in cui si è nascosta sotto la maschera di Barboncino.

Di seguito, il testo di Il Confronto di Marco Masini a Sanremo 2020 pubblicato in esclusiva su Sorrisi E Canzoni TV.

Testo di Il Confronto di Marco Masini a Sanremo 2020

E sei stato un bugiardo non hai avuto coraggio
Quasi sempre imperfetto ma qualche volta saggio
E sei stato per qualcuno un marito mancato
E sei diventato padre ma non è capitato
E sei stato sul campo sempre dietro a un pallone
E ora sei qui sulla porta a tirarti un rigore
Come un eterno bambino dentro gli anni di un uomo
E sei stato importante e in lampo nessuno
Hai un cuore diesel che ci vai piano
La vita è un flipper e infatti ci giochiamo
Ma cosa aspetti a dire basta
E in quello specchio a urlare “cambia faccia”
Non sei arrivato qui per sbaglio
Hai dato tutto il peggio
Ma hai fatto del tuo meglio
E no la vita non è giusta
È che il passato ci esce dalla testa
Come canzoni dalla radio
Amori nell’armadio
Un po’ ti odio un po’ ti amo
Ma oltre la paura del confronto
Hai vinto tutto
E sei stato uno stronzo quando lei ci credeva
L’hai lasciata morire lì con te alla deriva
Ma sei stato un signore quando non hai risposto
E ti bastavano due parole, due parole, per rimetterla a posto
Il cuore è un killer preso alle spalle
Il mondo è open sopra miliardi di stelle
Ma cosa aspetti a dire basta
E in quello specchio a urlare “cambia faccia”
Non sei arrivato qui per sbaglio
Hai dato tutto il peggio
Ma hai fatto del tuo meglio
E no la vita non è giusta
È che il passato ci esce dalla testa
Come canzoni dalla radio
Amori nell’armadio
Un po’ ti odio un po’ ti amo
Ma oltre la paura del confronto
Hai vinto tutto
Hai vinto tutto
Ma oltre la paura del confronto
Hai vinto tutto
E no la vita non è
E no la vita non è giusta
È che il passato ci esce dalla testa
Come notizie sul giornale
Impronte su un pugnale
Non vuoi cadere non puoi volare
Ma oltre la paura del confronto
Ma oltre la paura del confronto
Il confronto
Forse adesso ti è chiaro mi son dato il permesso
Di parlarti davvero e accettare me stesso.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.