Alexa o Google Home? Differenze e consigli per l’acquisto

Tutto quello che c'è da sapere per scegliere al meglio il proprio assistente vocale in questo periodo

3
CONDIVISIONI
Alexa

Gli assistenti vocali sono sempre più presenti nelle nostre case, strumenti davvero utili per rendere l’abitazione più smart e semplificare la gestione dei vari dispositivi, dagli elettrodomestici alle Smart TV. Il mercato è conteso da due operatori, Amazon con Alexa e Alphabet con Google Home, ognuno dei quali funziona con i propri smart speaker e i dispositivi compatibili, proponendo funzionalità e servizi differenti. Vediamo quali sono le differenze principali per cercare di capire se è meglio Alexa o Google Home, con alcuni consigli utili per decidere quali device acquistare per usare gli assistenti vocali in casa, in auto o con il proprio smartphone.

Smart speaker e assistenti vocali: differenze e caratteristiche

Per stabilire se conviene scegliere Alexa o Google è importante capire prima di tutto la differenza tra smart speaker e assistenti vocali. I primi sono degli altoparlanti intelligenti attraverso i quali è possibile ascoltare la musica, dotati di moduli per connettersi alla rete internet Wi-Fi di casa. All’interno è presente un software di intelligenza artificiale, il quale è in grado di trasformare alcuni comandi vocali in azioni. Ad esempio, è possibile attivare la riproduzione di brani musicali dalle app del telefono, avviare film e serie sulla Smart TV o tramite TV Box per il televisore, oppure regolare la temperatura del termostato con un semplice ordine vocale.

Gli smart speaker più diffusi sul mercato sono due: Amazon Echo al cui interno è presente l’assistente vocale Alexa, altrimenti sono disponibili in commercio i device Google Home, i quali integrano il sistema di Google Assistant. Ogni tecnologia prevede un ecosistema di apparecchi compatibili, per questo motivo è estremamente importante considerare tale aspetto durante l’acquisto dello smart speaker, poiché ogni dispositivo mette a disposizione funzionalità diverse e una serie di device che possono supportare il proprio assistente vocale.

Differenze tra Alexa e Google Home

Per capire la differenza tra Amazon Echo o Google Home, quindi se è meglio Alexa o Google Assistant, diamo un’occhiata ad alcune caratteristiche indicative, tra cui le funzionalità, la compatibilità, il funzionamento e le app con cui sono in grado di operare i due sistemi. Come vedremo, alcuni aspetti sono piuttosto simili tra i due, mentre altri differiscono in maniera consistente, dunque è indispensabile avere le idee chiare prima di comprare il proprio dispositivo per l’assistenza vocale.

Hardware, design e dimensioni: meglio Google o Alexa?

Innanzitutto, bisogna confrontare le due tecnologie analizzando le caratteristiche hardware e tecniche dei relativi smart speaker, ovvero Amazon Echo e Google Home. I primi sono device di terza generazione, con un design moderno ed elegante e un’ampia scelta di modelli all’interno della gamma, tra cui le opzioni Amazon Echo Dot, Studio, Flex, Echo, Plus e Show. In particolare, Amazon propone apparecchi per ogni necessità e fascia di prezzo, da quelli più semplici ed economici fino agli smart speaker più evoluti con display touchscreen.

Offerta
Amazon Echo (3ª generazione) - Altoparlante intelligente con Alexa -...
  • Ti presentiamo Echo - Echo (3ª generazione) è dotato di nuovi...
  • Goditi un audio di ottima qualità - Personalizza l’ascolto...

La linea di smart speaker Google Home è più ridotta, infatti vengono proposti appena due versioni, Home e Home Mini. I dispositivi Amazon Echo presentano una maggiore efficienza per l’ascolto, grazie alla presenza del jack audio e alla configurazione dei microfoni interni, mentre con Google Home è necessario avvicinarsi abbastanza per attivare l’assistente vocale. L’estetica è valida in tutte e due le proposte, mentre gli smart speaker Amazon Echo offrono una scelta più generosa, in questo modo è possibile acquistare facilmente il modello più adatto alle proprie esigenze.

Alexa o Google Home: funzionalità e app

La principale differenza tra Alexa e Google Home riguarda senza dubbio le funzionalità, in quanto i due smart speaker sono profondamente diversi e ognuno funziona con il proprio ecosistema di dispositivi. Con Google Home sono disponibili meno funzioni rispetto ad Amazon Echo, allo stesso tempo il sistema di ricerca delle informazioni è più efficiente, grazie alle risorse del motore di ricerca dell’azienda di Mountain View. Google Home, inoltre, funziona con i device Chromecast, molto diffusi al giorno d’oggi, ed è compatibile con Netflix per lo streaming video e con Spotify, Google Play Music e YouTube Music per lo streaming musicale.

Al contrario, Alexa e Amazon Echo offrono tantissime funzionalità in più rispetto a Google Assistant e Home, con numerose Skills davvero uniche e interessanti, come l’opzione che aiuta a vestirsi in base alle previsioni del meteo. La tecnologia di Amazon per l’assistenza vocale è meno precisa nelle ricerche e nelle risposte alle domande, tuttavia è compatibile con tutti i device Amazon come i tablet Fire e gli eReader Kindle, la piattaforma Amazon Prime Video per i film e le serie TV, Prime Music per lo streaming musicale, Spotify Premium e diversi apparecchi per la domotica residenziale.

Tablet Fire HD 8 | Schermo HD da 8”, 16 GB, nero - con offerte...
  • Batteria che dura fino a 10 ore, brillante schermo HD da 8”,...
  • Memoria interna da 16 o 32 GB, più uno slot per microSD per espandere...

Assistente vocale: Alexa o Google Assistant

Anche per quanto riguarda le tecnologie di intelligenza artificiale i due assistenti vocali sono piuttosto differenti. Google Assistant è più evoluto nella ricezione dei comandi, quindi è possibile fare domande meno precise e dare anche comandi multipli. In più il sistema è compatibile con tutti i servizi Google, da Gmail al Calendario, comprese le app presenti all’interno degli smartphone Android. In questo caso Google Home si dimostra estremamente preciso e affidabile, in più la voce dell’assistente virtuale è più naturale e meno artificiale.

Alexa è una tecnologia più efficiente per la domotica residenziale, poiché tramite le Skills si possono aumentare le sue funzionalità, gestendo tantissimi dispositivi come le luci di casa, le telecamere dell’impianto di videosorveglianza, le prese elettriche e il termostato. I comandi di Alexa devono però essere singoli e più precisi rispetto a quelli di Google Home, allo stesso tempo Alexa è più semplice da attivare e permette di instaurare un dialogo più colloquiale, grazie al comando “Alexa…” più intuitivo e naturale rispetto al meccanico “Ok Google…”.

Meglio Google Home o Alexa?

La decisione se sia meglio Google o Alexa non è semplice, infatti dipende molto dai propri gusti, dai dispositivi che si possiedono e dalle applicazioni alle quali ci si è registrati per lo streaming video e la musica. Per Android Google Home rappresenta sicuramente una scelta adeguata, soprattutto se si utilizzano servizi come Gmail, le app YouTube Music e Google Play Music oltre al dispositivo Chromecast per collegare lo smartphone alla TV non smart. In questo caso Google Assistant con Google Home sono probabilmente l’opzione più adatta.

Alexa invece è l’assistente vocale giusto per la domotica, per i device e le piattaforme Amazon, tra cui gli smart speaker della gamma Echo, Prime Video per i film e le serie TV, Prime Music per la musica, audiolibri ed e-book su Kindle e tablet Fire, oppure per chi ha acquistato Amazon Fire TV per il collegamento degli apparecchi mobili alla TV. In conclusione, Google Home è più un assistente personale, funziona bene con i servizi Google e fornisce risposte accurate alle proprie domande, mentre Alexa con Amazon Echo è più completo, ideale da usare per rendere l’intera casa più intelligente e non soltanto per riprodurre video e brani musicali sulla TV.

Offerta
Fire TV Stick con telecomando vocale Alexa | Lettore multimediale
  • La nostra Fire TV Stick più venduta, ora con il telecomando vocale...
  • Avvia e controlla la riproduzione dei contenuti con il nuovo...

Commenti (1):
Ilprofesisonista

Cito la tua frase “La linea di smart speaker Google Home è più ridotta, infatti vengono proposti appena due versioni, Home e Home Mini” ….. hai dimenticato che sono 4 device proposti da google…. e la cosa che non dici è che poichè in ogni famiglia ci sta un account google google home riesce a riconoscere le persone in base alla tonalità di ogni familiare….alexa no! Inoltre google home nasce per l’integrazione dell’ambiente domotico alexa nasce come sistema per l’aiuto degli acquisti on line….Insomma se vuoi un sistema “vestito” sulle tue abitudini commerciali va bene alexa, se vuoi un assistente personale per ogni persona della famiglia va bene google, per la casa domotica vanno bene entrambi, anche se punterei su google visto l’universo di app ad esso collegato e poi google è sempre google!!!!

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.