Zucchero a Sanremo 2020 da D.O.C. al tour mondiale

Il bluesman emiliano torna sul palco dell'Ariston nella serata di mercoledì 5 febbraio

141
CONDIVISIONI

Sciolte le riserve, c’è Zucchero a Sanremo 2020 il 5 febbraio. L’artista di D.O.C. è pronto al ritorno all’Ariston a tre anni dalla sua ultima ospitata e a molti altri dalla partecipazione in gara, a qualche mese dall’avvio del tour che lo porterà in giro per il mondo ma anche in Italia con la residency all’Arena di Verona.

Il suo nome era trapelato già tramite indiscrezioni ma era stato dato per la finale. Le notizie ufficiali parlano invece di un suo ritorno per il 5 febbraio, nella serata di mercoledì, dove presenterà la musica del suo nuovo album.

Chi è Zucchero

Zucchero nasce a Reggio nell’Emilia il 25 settembre 1955. Inizia la sua carriera suonando nei piccoli gruppi, fino all’arrivo sul palco del Festival di Sanremo dove ha debuttato con il brano Una Notte Che Vola Via, del 1982. Nel 1983 torna all’Ariston con Nuvola, che anticipa il nuovo album Un Po’ Di Zucchero.

I risultati deludenti della prima uscita lo spingono a ricercare un nuovo suono, che trova con il trasferimento in California. Da questo lungo viaggio nasce Zucchero & The Randy Jackson Band che contiene Donne, con la quale partecipa al Festival di Sanremo nel 1985.

Canzone Triste, nel 1986, segna la quarta e ultima partecipazione al Festival di Sanremo. Nello stesso anno, inizia la collaborazione con Michele Torpedine. Nasce quindi Rispetto, che contiene Come Il Sole All’Improvviso scritto da Gino Paoli. Inizia a frequentare anche Vasco Rossi e Guido Elmi.

Arriva Blue’s, che contiene i brani Con Le Mani ed Hey Man, che riportano ancora testi di Gino Paoli. Di questo periodo, si ricordano Senza Una Donna, Dune Mosse, Pippo, Non Ti Sopporto Più e Solo Una Sana E Consapevole Libidine Salva Il Giovane Dallo Stress E Dall’Azione Cattolica.

Zucchero trova conferma in Oro, Incenso E Birra, che rilascia nel giugno del 1989. L’album è stato, per sette anni, il disco più venduto in tutto il mondo. Nella tracklist compaiono Diavolo In Me, Overdose (D’Amore), Madre Dolcissima e Diamante, con il testo di Francesco De Gregori dedicato alla nonna di Zucchero.

Nel 1992, incide Miserere con Zucchero ed è questo il periodo in cui viene lanciato un giovanissimo Andrea Bocelli. Nel 1993, esce Walzer D’Un Blues, seguito dal successo mondiale Spirito DiVino con X Colpa Di Chi?, Così Celeste e Il Volo. Nel 1996, esce Menta E Rosmarino.

Il 1999 è l’anno di Bluesugar, che dedica al suo terzo figlio Blue, album che contiene Blu, Puro amore e You Make Me Feel Loved. Nel 2001, torna sul palco del Festival di Sanremo come autore di Luce (Tramonti A Nord Est) di Elisa e Di Sole E D’Azzurro di Giorgia che si posizionano al 1° e al 2° posto. Pubblica quindi Shake, che contiene Baila, Sento Le Campane, Ahum e Dindondio.

Occhi, Un Kilo, Bacco Perbacco trainano il grande successo di Fly, con il quale propone una tracklist più pop, con molte ballate e testi di Jovanotti e Ivano Fossati. Il febbraio 2009 è a Sanremo per duettare con la figlia Irene Fornaciari. Esce poi Chocabeck e La Sesión Cubana.

Torna con un disco di inediti nel 2016 e che intitola Black Cat, con il quale segna un nuovo record. Sono infatti 22 i concerti che ha tenuto all’Arena di Verona di cui 11 consecutivi. Torna in tour con la raccolta Wanted – Duets & Rarities, nella quale include diversi singoli.

IL 2020 è l’anno di D.O.C. ma anche del ritorno all’Arena di Verona con una nuova serie di concerti che terrà a cominciare dal mese di settembre. I biglietti sono in prevendita su TicketOne e in tutti i canali abilitati.

Zucchero al Festival di Sanremo

La prima partecipazione di Adelmo Fornaciari a Sanremo risale al 1982, quando si è presentato con il brano Una Notte Che Vola Via. Torna un anno dopo, nel 1983, per Nuvola. Il 1985 è l’anno di Donne, mentre nel 1986 mette a segno l’ultima partecipazione alla kermesse con Canzone Triste.

Progetti futuri

Fervono i preparativi per il tour di Zucchero, quello che porterà in tutto il mondo a cominciare dai prossimi mesi. Adelmo Fornaciari intercetterà anche l’Arena di Verona nelle date che sono annunciate con biglietti in prevendita su TicketOne e in tutti i canali abilitati.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.