Le migliori foto con i Samsung Galaxy S20: scatti simultanei con QuickTake

Funzione software per far scattare tutti i sensori contemporaneamente e ottenere dunque il migliore risultato

2
CONDIVISIONI
Samsung Galaxy S20 Ultra

Grandi aspettative sono riposte nel Samsung Galaxy S20 e nelle prestazioni del comparto fotocamera. Sembra proprio che i risultati degli scatti dei futuri top di gamma saranno sensibilmente migliori rispetto agli stessi garantiti dagli attuali Samsung Galaxy S10 e questo non solo alle specifiche hardware ma anche grazie ad una serie di funzioni software importanti. Tra queste ci sarà quella denominata Quick Time, messa in luce dall’esperto di XDA Developers Max Weinbach.

In cosa consisterà l’opzione QuickTake sui Samsung Galaxy S20? Le tre fotocamere posteriori principali scatteranno le loro rispettive foto contemporaneamente, con tutte e tre i sensori. Sarà l’utente a scegliere quale conservare perché migliore di tutte o più originale. Sempre lato funzioni software nuove di zecca per le prossime ammiraglie, ecco che sarà possibile approfittare di una versione video della funzione chiamata Single Take Photo. Verranno registrate più clip, man mano che il telefono viene spostato e sarà sempre il possessore del telefono a scegliere il risultato migliore tra tutti.

Siamo al cospetto, insomma, dell’evoluzione della funzione Live Focus che finora ha consentito di archiviare foto standard e magari con effetto bokeh sul telefono allo stesso momento. Ora l’opzione QuickTake prevista sui Samsung Galaxy S20 farà di più, catturando tutti i risultati di scatto possibili per ogni sensore delle future ammiraglie.

L’utilità della nuova funzione è palese. In determinate condizioni di scatto non sarà necessario scegliere il sensore di riferimento tra quello standard e magari il grandangolo attraverso le impostazioni automatiche delle scene o manuali dei prossimi Samsung Galaxy S20. Sarà piuttosto il telefono ad effettuare più prove e a restituire un ventaglio di diverse possibilità tra le quali scegliere. L’opzione è di certo così preziosa che potrebbe essere pure introdotta sulle generazioni precedenti di Samsung Galaxy S10 e Note 10 visto che si tratterebbe solo di un’implementazione software ma probabilmente per questa dovremmo comunque aspettare e non poco.

Segui gli aggiornamenti della sezione Samsung Galaxy S9 sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.