Il red carpet dei 24 Campioni di Sanremo 2020 inaugura la 70esima edizione del Festival

La tradizione sfilata di Corso Matteotti ha inaugurato la nuova edizione del Festival di Sanremo condotto da Amadeus

36
CONDIVISIONI

Il red carpet dei 24 Campioni di Sanremo 2020, quest’anno, è lunghissimo. L’iconico tappeto rosso si estende, infatti, fino al Palafiori, per circa 300 metri di superficie calpestabile nella quale sono impressi i nomi dei vincitori delle ultime 69 edizioni del Festival di Sanremo.

Achille Lauro sfila in canottiera

A portare la prima provocazione della nuova edizione del Festival di Sanremo è Achille Lauro, che si presenta in canottiera. Favorito dalle calde e anomale temperature di questo inizio febbraio, l’artista romano si è presentato in canottiera e con un vistoso coriandolo sul naso. Insomma, Lauro De Marinis se ne frega dell’etichetta, come dice il titolo della sua canzone in gara, e si mette comodo per raggiungere l’Ariston per quella che sarà la sua seconda edizione consecutiva.

Junior Cally si toglie la maschera sul red carpet… a metà!

In ghingheri, invece, Junior Cally, che sfoggia un completo bianco e un’elegante maschera glitterata, questa volta non integrale, che mostra una parte del suo volto. Le polemiche sul suo conto sembrano sempre più lontane, ma si attende con ansia la sua prima esibizione per capire cosa sia capace di fare. Junior Cally si presenta al pubblico levando completamente la maschera con la quale aveva coperto una parte del suo volto.

L’emozione di Paolo Jannacci sul red carpet di Sanremo

Figlio d’arte e musicista ma esordiente sul red carpet di Sanremo. Parliamo di Paolo Jannacci, che si mostra visibilmente emozionato per la sua prima al Festival, nel quale porterà un brano che ha voluto dedicare a sua figlia. Nella serata delle cover, porterà invece un omaggio a suo padre Enzo, con l’interpretazione di Se Me Lo Dicevi Prima. Questi i motivi che l’hanno spunto a fare questa scelta:

“Oggi ho l’occasione di portare nuovamente questo messaggio e penso che il papà ne sarebbe fiero. Dedico questo brano a tutti quelli che fanno fatica, a coloro che sono caduti o che rischiano la vita per gli altri e per rendere il nostro paese un posto migliore”.

Anastasio sul red carpet di Sanremo 2020 in impermeabile

Sembra quasi un arguto detective di un vecchio film americano e invece è Anastasio, debuttante al Festival di Sanremo con Rosso Di Rabbia e prossimo al rilascio dell’album di debutto che ha voluto intitolare Atto Zero. Saluta il pubblico da grande favorito, facendo un ampio gesto con la mano, mentre si prepara a calcare il palco dell’Ariston per la prima volta in gara.

Bugo con Morgan in versione torero sul red carpet di Sanremo 2020

C’è grande attesa per il ritorno di Morgan sul palco dell’Ariston, dopo la travagliata storia che ha raccontato di sé negli ultimi mesi e che poco aveva a che fare con la musica. Torna sul palco con un brano che si intitola Sincero e doma il tappeto rosso facendo svolazzare il suo mantello da dandy.

Enrico Nigiotti sceglie l’abito scuro, con espressione seria per il ritorno all’Ariston, mentre Levante si conferma icona di stile anche sul tappeto rosso del Festival di Sanremo nel quale debutterà con Tiki Bom Bom. Abito scuro anche per Riki, Gabbani, Rancore e Diodato, mentre è un Sanremo tutto in rosso per Elettra Lamborghini.

Foto disponibili a breve

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.