Annunciate tre nuove serie Netflix, donne protagoniste fra carriera, sentimenti e famiglia

Anche Sarah Shahi e Katharine McPhee nelle nuove serie Netflix a trazione femminile, alcune delle quali ispirate a romanzi rosa diventati casi editoriali nel mondo

1
CONDIVISIONI

Le nuove serie Netflix, appena ordinate in una stagione ricchissima di novità per tutti i network e le piattaforme streaming, sembrano voler puntare più che mai sui talenti femminili. Davanti e dietro la macchina da presa, sono le donne a definire i tre più recenti progetti commissionati da Netflix.

Il primo riguarda Sex/Life, una dramedy in otto episodi scritta da Stacy Rukeyser e basata su 44 Chapters About 4 Men, le memorie autopubblicate di BB Easton. La storia è quella del triangolo amoroso fra una donna, Billie Connelly, il marito e il passato, in quello che Deadline definisce uno sguardo innovativo e deliziosamente sensuale al desiderio e all’identità femminile.

Billy Connelly ha tutto da perdere: vive in una piacevole zona residenziale, è madre di due figli e sente il bisogno di ritrovare la sexy ragazza single che è stata fino a dieci anni prima. Decide per questo di ripercorrere idealmente il suo passato, in una traiettoria che porta allo scontro un presente da donna sposata e un passato da ragazza disinibita.

Stacy Rukeyser, autrice in UnReal, è showrunner di Sex/Life. Fra i produttori figurano i premi Oscar J. Miles Dale (La Forma dell’Acqua) e Larry Robins. Per interpretare il ruolo della protagonista è stata scelta Sarah Shahi, star di Person of Interest, City on a Hill, The L Word, The Rookie.

Person Of Interest Stg.1 (Box 5 Br)
  • Audience Rating: G (audience generale)

La seconda fra le nuove serie Netflix a trazione femminile si intitola Country Comfort ed è una comedy in dieci episodi creata dalla produttrice esecutiva de La Tata Caryn Lucas.

Quando carriera e vita personale finiscono nel caos, l’aspirante cantante country Bailey si vede costretta ad accettare un lavoro da tata per lo spigoloso cowboy Beau e i suoi cinque figli. Facendo leva sul suo fascino da donna del Sud e un atteggiamento proattivo e ottimista, Bailey riesce a inquadrare le dinamiche della figlia ed essere la madre che quei ragazzi non hanno mai avuto. La vera sorpresa è l’aiuto che riceve dalla famiglia acquisita, ricca di talenti musicali in grado di sostenerla e promuovere il suo percorso verso la fama.

Nanny: The Complete Series (19 Dvd) [Edizione: Stati Uniti]
  • dvd
  • Regione 1 (solo Stati Uniti e Canada). Maggiori informazioni sui...

Il cast di Country Comfort è già stato annunciato: a interpretare il ruolo di Bailey è l’attrice e cantante Katharine McPhee (Waitress, The House Bunny, Scorpion), mentre per Beau è stato scelto Eddie Cibrian (Take Two, Rosewood). A prestare i volti ai figli dell’uomo sono Ricardo Hurtado (Malibu Rescue), Jamie Martin Mann, Pyper Braun, Shiloh Verrico (Here Today, Crown Vic) e Griffin McIntyre.

Waitress-Ricette D'Amore
  • Audience Rating: G (audience generale)

La terza fra le nuove serie commissionate da Netflix vede impegnata Julie Delpy – candidata all’Oscar per le sceneggiature di Before Sunset e Before Midnight – nei panni di autrice, produttrice esecutiva e interprete. Il progetto in questione si intitola On The Verge, dramedy in dodici epiodi frutto di una coproduzione fra Netflix e Canal Plus, detentrice dei diritti per la Francia.

On The Verge racconta le storie di quattro donne quarantenni di Los Angeles alle prese con le sfide quotidiane della carriera, della famiglia, dell’essere single o in relazioni complicate. Ognuna di esse è impegnata in una lotta continua per riuscire a essere sé stessa, correre dei rischi e imparare a lasciar andare tutto ciò che non funziona. Questa frenetica fase della vita diventa quindi un’opportunità per reinvertarsi e creare finalmente un’esistenza degna di essere vissuta.

La direzione intrapresa da Netflix per queste nuove serie ha già alcuni precedenti. Uno di questi è Virgin River, ispirata ai romanzi di Robyn Carr, casi editoriali da più di 13 milioni di copie. L’altro è Sweet Magnolias, basato sui romanzi di Sherryl Woods. La mossa, insomma, sembra rientrare in una strategia di espansione verso un genere rosa in stile Hallmark.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.