Non così insicuro Windows 7: tutti gli antivirus che continueranno a supportarlo

Manca il supporto Microsoft ma ci pensano i produttori di antivirus a proteggere la versione del sistema operativo

Microsoft ha smesso di supportare Window 7 costringendo milioni di utenti al passaggio a Window 10 ma, per chi non ha fatto ancora il grande passo per mancanza di tempo o per qualsivoglia altro motivo, c’è finalmente una buona notizia. Un gran numero di produttori di antivirus ha chiarito che ancora continuerà a fornire aggiornamenti dei loro strumenti per i computer con a bordo proprio Windows 7.

La notizia è senz’altro fantastica e pure inaspettata. Mancando, dallo scorso 14 gennaio, il supporto Microsoft a Windows 7 , gli utenti hanno potuto dire addio ad un gran numero di patch di sicurezza per il loro computer. Sotto lo stesso aspetto, la protezione da malware e virus di molti tipi diversi potrà essere garantita per un tempo variabile dai produttori come AVG, Kaspoersky e molti altri.

Chi ha ancora Windows 7 e non vuole e non puà aggiornare il suo sistema a Window 10, su quali antivirus può ancora contare? La maggior parte delle aziende note del settore anti-malware ha dato conferma di supporto per almeno altri due ani. I prodotti AhnLab, AVG e Avast, Avira, Bitdefender, BullGuard, ESET, FireEye, F-Secure, G Data e Ikarus hanno grosso modo tutti annunciato nuovi update per la versione del sistema operativo per altri 24 mesi.

Nella lista dei più noti antivirus che continueranno a proteggere i computer con Window 7 a bordo ci sono anche Kaspersky, K7 Computing McAfee, Microworld, PC Matic, Symantec / NortonLifeLock, QuickHeal, Seqrite e ThreatTrack / Vipre. In tutti questi casi, ancora (in media) per due anni verrà garantito la protezione dei computer. Le soluzioni Sophos e TotalAV saranno infine valide solo per un ulteriore altro anno.

Insomma, anche chi è rimasto fermo su Window 7 potrà non restare senza protezioni almeno da determinate minacce. Nonostante la scelta di Microsoft, alcune soluzione anti-malware faranno ancora il loro lavoro su tanti dispositivi.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.