Changes è il nuovo album di Justin Bieber atteso a febbraio

Dopo settimane di attesa, è annunciato il nuovo album di Justin Bieber

Il nuovo album di Justin Bieber è Changes. L’annuncio arriva a qualche giorno dalla prima puntata del documentario trasmesso da YouTube Originals e rivela anche il titolo. Si tratta quindi del naturale erede di Purpose, che l’artista canadese aveva rilasciato nel 2015.

Dal disco, Justin Bieber ha già estratto Yummy, nel quale porta una dedica per sua moglie Hailey Baldwin, che gli è stata vicino anche nei momenti più complicati. Dalla tracklist, è già nota anche Get Me.

Un album che parla di cambiamento, quello di Justin Bieber, nel quale non mancheranno gli accenni alla rivoluzione personale che ha vissuto in questi anni e che sembra aver superato. Il 2017 è stato l’anno critico di Justin Bieber, che aveva anche annullato parte del tour per dedicarsi alla sua salute.

In Justin Bieber: Seasons interviene anche il suo manager storico, Scooter Braun, che ha parlato del momento in cui Justin Bieber ha voluto interrompere il tour: “Ricordo il giorno in cui ci ha detto di non voler andare avanti, è stato molto difficile”.

14 le date che aveva cancellato per il tour dedicato a Purpose, senza che avesse dato notizie sul suo ritorno in musica. Appena qualche mese fa, Justin Bieber aveva dichiarato di non essere ancora pronto a tornare con nuova musica, per poi sorprendere con l’annuncio dell’arrivo di un nuovo album.

La data scelta per il rilascio dell’album è quella del 14 febbraio, mentre i primi due singoli sono già stati rilasciati. Yummy è arrivata appena dopo Capodanno e ha rappresentato il ritorno in musica di Justin Bieber, che aveva assicurato di essere già pronto per la fine del 2019.

La lotta alla depressione è stata molto lunga e affiancata dalla famiglia, in particolare da sua moglie Hailey, senza che siano mancati i racconti a cuore aperto indirizzati ai fan.

Le dichiarazioni di Justin Bieber sulla depressione

“Senti che niente può cambiare, nemmeno tu. Sono fortunato di avere persone, nella mia vita, che mi incoraggiano ad andare avanti. Lo sapete, ho un sacco di soldi, vestiti, macchine, riconoscimenti, premi, ma mi sentivo mai soddisfatto. Avete notato le statistiche sui bambini famosi e il proseguimento delle loro vite? C’è una pressione malsana che va a pesare su un ragazzino che non ha ancora sviluppato del tutto le emozioni, il cervello e la capacità decisionale. Manca la razionalità, si tende alla ribellione, tutte cose che tutti abbiamo attraversato. Ma se aggiungi la pressione di essere una star, succede qualcosa di inspiegabile”.

Le dichiarazioni di Justin Bieber sul suo passato

Nelle lunghe confessioni che l’artista canadese aveva affidato ai suoi canali social non mancano quelle sul suo passato, che aveva raccontato in questo modo.

“Non sono cresciuto in un ambiente stabile, i miei genitori mi hanno avuto a 18 anni e si sono separati subito, anche loro all’epoca erano giovani e ribelli, ma anche senza soldi. Quando il mio talento ha iniziato a fiorire ed è arrivato il successo, tutto è andato fuori controllo: sono passato dall’essere un 13enne di una piccola città ad essere adorato da milioni di persone nel mondo che dicevano di amarmi e che ero un grande. Non so voi, ma ho scoperto che l’umiltà arriva solo con l’avanzare dell’età. Sentivo dirmi certe cose, ero piccolo e ho iniziato a crederci. La razionalità e la capacità decisionale arrivano solo quando si è maggiorenni, ed è anche per questo che negli Stati Uniti non si può bere alcol fino ai 21 anni. C’era sempre chi si occupava di tutto per conto mio e questo ha fatto sì che non ho mai imparato le basi della responsabilità”.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.