Il videogioco NBA 2K20 omaggia Kobe Bryant dopo la morte

Gli sviluppatori ricordano l'ex campione NBA con una schermata celebrativa all'avvio del gioco

101
CONDIVISIONI

Non poteva che essere NBA 2K20 ad omaggiare con classe e dovuto rispetto Kobe Bryant nel mondo videoludico. L’ex stella NBA, per anni volto più rappresentativo dei Los Angeles Lakers, è infatti venuta a mancare ieri, 26 gennaio 2020, in un tragico incidente aereo. A bordo di un elicottero sui cieli della California, il cestista è rimasto coinvolto, forse a causa della nebbia, nel tragico schianto assieme alla figlia di 13 anni Gianna Maria e altre sette persone, tra staff e personale di bordo. Un incidente che non ha lasciato scampo ad alcun superstite, e che lacera inevitabilmente il cuore dei familiari, degli amici e dei milioni di fan che stanno ricordando a modo loro il mitico numero 8 gialloviola – poi conosciuto con il 24.

Offerta
Nba 2K20 - Standard Edition - Nintendo Switch
  • Il bonus pre-ordine include: 5.000 vc (Virtual Currency) - 5.000 punti...
  • Collezione abbigliamento il mio giocatore - 10 pacchetti lega la mia...

E se è vero che è stato un mito anche per gli appassionati di cinema e di videogiochi, come già dicevamo gli sviluppatori di NBA 2K20 non potevano fare altro che celebrare questa leggenda del parquet competitivo. Lo fanno prima di tutto condividendo sul proprio profilo Twitter ufficiale la cover della Legendary Edition di NBA 2K17, che vedeva proprio Bryant come uomo di copertina:

Nello stesso videogioco di basket – disponibile su PS4, Xbox One, PC e Nintendo Switch – è poi stata inserita una seconda immagine, visibile prima dell’effettivo avvio del titolo. Si tratta in questo caso di un intenso ritratto in bianco e nero dell’atleta, con la data di nascita e quella del decesso. Un piccolo gesto altamente significativo, che vuole ricordare per sempre il talento cristallino di Kobe Bryant, capace di ispirare intere generazioni. Il suo lascito è di quelli rari e preziosi, dentro e fuori dal campo.

Se il peso della sua inevitabile assenza in NBA 2K20 dopo il ritiro dalle scene è stato colmato in qualche modo, la sua mancanza sarà sempre viva e dolorosa. Di nostro, anche da fan dell’universo in pixel e poligoni, non possiamo fare altro che continuare a scrivere di un campione impareggiabile, pure sui campi da basket virtuali.

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.