Il tema scuro per WhatsApp su iPhone arriverà presto? Ultime correzioni

Rilascio più vicino con la correzione di una serie di bug da parte degli sviluppatori

2
CONDIVISIONI

Un po’ di invidia c’è da parte di chi attende il tema scuro per WhatsApp sul suo iPhone. Un sentimento di rammarico per i possessori dei melafonini più o meno recenti e che sanno di essere un passo indietro rispetto agli iPhone. La settimana scorsa, in effetti, la dark mode è giunta per gli smartphone con sistema operativo del robottino verde almeno in versione beta. Per i dispositivi con iOS Apple, al contrario, siamo ancora in attesa della mossa tanto attesa e questa potrebbe essere pure abbastanza vicina.

Le ultime sullo sviluppo del tema scuro per WhatsApp su iPhone sono le seguenti: sulle pagine di OM, è stato fornito il punto sul lavoro degli esperti a fine dicembre. In quel caso è stato chiarito come ci fossero una serie di bug ancora da correggere. Oggi 17 gennaio, il solito ben informato WAbetaInfo ci informa sui passi in avanti compiuti proprio nello sviluppo. Tutto i risultati raggiunti sono presenti nel tweet appena lanciato.

In pratica il tema scuro epr WhatsApp su iPhone è ora più vicino grazie alla correzione di alcuni problemi legati ai colori utilizzati in app. Restano tuttavia ancora delle anomalie relative al passaggio dalla modalità standard a quella vera (sarebbe meglio dire nella nuance blu notte). In effetti, ci sarebbero ancora delle anomalie legate ad alcuni elementi delle chat come i ballon che contengono i contenuti o ancora le icone/immagini rappresentative dei gruppi o dei singoli contatti.

Sarà dunque presto colmato il vuoto del tema scuro per WhatsApp su iPhone? Le premesse ci sono visti i passi in avanti compiuti ma è di certo impossibile fornire una tempistica esatta del rilascio. Magari, ben presto, un’indicazione in tal senso giungerà sempre dal leaker WABetaInfo. Intanto, il primato dei dispositivi Android sulla funzione, sempre e solo nella versione beta, non può che essere confermato.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.