Sta per ricevere Android 10 stabile il Motorola Moto G7 Plus: alcuni avvistamenti

Non passerà troppo tempo prima che Android 10 stabile arrivi su Motorola Moto G7 Plus in Europa

Si sblocca la situazione relativa al rilascio di Android 10 in versione stabile a bordo del Motorola Moto G7 Plus, anche se non direttamente in Italia. La notizia, rimbalzata sulle pagine di XDA Developers, arriva da Brasile e Messico, dove alcuni fortunati possessori del dispositivo hanno cominciato a ricevere l’upgrade alla major-release, arricchita con la patch di sicurezza di dicembre 2019 (la penultima rilasciata da Google, meno recente solo rispetto a quella di gennaio 2020).

Inutile dirvi che la suite è parecchio ricca, ed include tutte le novità previste da Android 10, tra cui le gesture a schermo intero, la dark mode impiantata nel sistema, una gestione della privacy più accurata (come nel caso di un maggior controllo da poter esercitare circa i consensi per il sistema di geolocalizzazione) ed altro ancora. Avevamo già immaginato che il roll-out di Android 10 in versione stabile per Motorola Moto G7 Plus potesse partire dall’America del Sud, dove il marchio della casa è molto apprezzato, anche più che in Europa. Le vendite locali non passano inosservate, ed è per questo probabilmente che l’azienda ha voluto premiare gli utenti messicani e brasiliani.

In ogni caso, la questione riguarda anche il mercato internazionale, ed è lecito aspettarsi che nel giro di qualche giorno, poche settimane al massimo, l’aggiornamento ad Android 10 in versione stabili arrivi anche a bordo dei Motorola Moto G7 Plus venduti in altri Paesi. Forse non sarà oggi, né domani, ma bisogna che vi teniate pronti al grande giorno: non manca molto all’upgrade, possiamo assicurarvelo. Sgomberate la memoria dai contenuti inutili ed entrate in quest’ordine di idee (in buona sostanza dovreste fare un backup dei dati personali più recenti). Le novità di Android 10 sono tante, e voi, da possessori del Motorola Moto G7 Plus, potrete gustarvele presto tutte.

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.