Fortnite rende violenti? La sfortunata storia di un videogiocatore

La polemica sull'istigazione alla violenza da parte dei videogiochi è sempre dietro l'angolo, e questa volta coglie nel segno, anche se non per i giusti motivi

Su Fortnite si sono spesi, nel corso dei mesi, fiumi e fiumi di parole. Un titolo talmente rappresentativo, il Battle Royale di Epic Games, da essere altamente riconoscibile anche tra chi di videogiochi non ne mastica parecchio. Una vera e propria escalation inarrestabile verso il successo, complice il certosino lavoro da parte del team di sviluppo. Non mancano infatti novità pronte sempre a calamitare le attenzioni dei giocatori, con eventi a tema e collaborazioni di un certo spessore che mantengono costantemente alto l’appeal del titolo.

Ed è proprio il continuo aggiornarsi ed essere sul pezzo di Fortnite una delle attrattive maggiori che spinge numerosi gamer professionisti a non distaccarsi dal gioco di Epic Games. Diverse sono infatti le personalità che proprio grazie al Battle Royale incamerano annualmente vere e proprie fortune, sfruttando i propri canali. E riuscire a prender parte a una partita in compagnia di uno di questi fenomeni social rappresenta per gli utenti un sogno.

Fortnite e la partita sfortunata: quando i videogiochi fanno danni

Non può di certo sentirsi completamente appagato dalla sua esperienza un fortunato giocatore, che ha avuto modo proprio di confrontarsi con una di queste personalità tanto ambite nell’ecosistema ludico di Fortnite. Parliamo di Pokimane, streamer marocchina con all’attivo milioni di follower, che è divenuta suo malgrado fonte di sventura per il giocatore con cui si è ritrovata in partita.

Come si evince infatti dal filmato riportato tramite in questo link, si sentono diversi suoni alquanto chiari provenire proprio dal microfono di quest’ultimo. Sembrerebbe che lo sventurato sia stato vittima delle ire (anche violente) della fidanzata, dopo che quest’ultima ha scoperto l’infausto rendez-vous videoludico.

Scuse frettolose e logout per il giocatore, che ha dovuto defilarsi per evitare evidentemente il peggio. Un siparietto molto particolare quello che ha visto protagonista involontario Fortnite. Quando si dice che i videogiochi incitano alla violenza. Scherziamo, ovviamente!

Fonte

Segui gli aggiornamenti della sezione Games sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.