Reale la tassa sull’ombra dei balconi? Il Mef chiarisce la Legge di Bilancio

C'è un nuovo canone nella Legge di Bilancio ma si tratta di un'imposta sostitutiva di quanto già previsto

31
CONDIVISIONI

Nelle ultime ore, soprattutto sui social, c’è stato un vero tam tam: la tassa sull’ombra di balconi e verande è senz’altro la protagonista di questo weekend, fomentata pure da articoli di una certa stampa che non ha adeguatamente approfondito la situazione.

Per fortuna ci ha pensato il Mef (Ministero dell’economia e delle finanze) a fugare ogni dubbio e chiarire, senza mezzi termini, che proprio alcuni passaggi della Legge di Bilancio sono stati fraintesi e in nessuno di questi si fa riferimento ad un nuovo canone rappresentato dalla presunta tassa sull’ombra di balconi e verande. Per nessun suolo all’ombra appunto ma non di proprietà dei cittadini saranno costretti a pagare alcunché.

Scendendo più nel particolare di quella che potremmo definire una vera e propria bufala fiscale, la notizia della tassa sull’ombra di balconi e verande è partita dopo l’intervento e opinione dello Studio Tremonti Romagnoli Piccardi e Associati. Da lì la ripresa della nota è stata davvero virale, tanto da gettare nel panico numerosi cittadini.

Possiamo parlare dunque solo di una pseudo tassa sull’ombra dei balconi. Il Mef conferma che nell’ultima Legge di Bilancio c’è un nuovo canone ma questo non fa altro che sostituire tributi locali già noti in passato. Questi ultimi sono conosciuti come Tosap e Cosap. Tutte le fattispecie di spazi e aree pubbliche occupate da privati già gravate dalle tasse suddette, saranno interessate dalla novità ma quest’ultima sarà sostitutiva e non aggiuntiva in ogni modo. Dunque nella normativa d’ora in poi vigente non c’è alcun riferimento all’ombra di alcuna struttura.

Molti cittadini potranno dunque dormire sonni tranquilli, senza temere una nuova imposta che magari gravi su una loro casa o attività commerciale presente su qualche angolo del territorio nazionale. Nella nuova Legge di Bilancio l’obiettivo di un nuovo canone previsto è stato solo quello di riunire due imposte come Cosap e Tosap già pregresse e niente di più. Nulla a che vedere con l’ombra prodotta, neanche da una semplice veranda.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.