Lutto per Umberto Tozzi, morta la ex compagna e madre di suo figlio

La ex compagna del cantautore di Ti Amo è stata trovata morta nella sua abitazione

2
CONDIVISIONI

Terribile lutto per Umberto Tozzi, che nella giornata del 17 gennaio ha perso la sua ex compagna nonché madre di suo figlio. La notizia che è rimbalzata nelle ultime ore riguarda Serafina Scialò, ritrovata senza vita nella sua abitazione.

A dare l’allarme sarebbero stati i colleghi dell’Educantato Uccellis di Udine, dove lavorava, dopo che per alcuni giorni non si era presentata a lavorare. Purtroppo, il tragico epilogo si è consumato nella giornata del 17 quando è stata accertata la scomparsa di Serafina Scialò, classe 1956 ed ex compagna di Umberto Tozzi.

Chi è Umberto Tozzi

Umberto Tozzi nasce nel 1952 da una famiglia di origini meridionali. Ha due fratelli, Mafalda e Franco, anch’egli cantante degli anni ’60. Cresce nella zona torinese di Via Fréjus/Corso Peschiera e comincia a suonare fin da molto giovane, servendosi della sala prove dell’oratorio della chiesa di Gesù Adolescente, ma inizia a lavorare sul serio nel 1967, quando diventa il chitarrista della band di suo fratello Franco.

Nel 1968 entra negli Off Sound e debutta nel 1970 con la prima strofa del brano Qui. Con il fratello Franco inizia a frequentare i locali di Torino e Milano, entrando in contatto con alcuni degli artisti più influenti dell’epoca tra i quali compare anche Enzo Jannacci ed Eugenio Finardi. Nel 1975, partecipa a Un Disco Per L’Estate e Festivalbar. Nello stesso anno, incontra Giancarlo Bigazzi.

Debutta nel 1976 con Donna Amante Mia, album nel quale include nove canzoni, compresa Io Camminerò, che aveva scritto per Fausto Leali e che interpretò anche Mina nell’album Singolare. Il 1977 è invece l’anno del grande successo di Ti Amo, con la quale vinse il Festivalbar e che ha festeggiato a 40 anni dal suo rilascio con una nuova versione in duetto con Anastacia e con un concerto-evento all’Arena di Verona. Nel 1978 esce Tu con l’album omonimo quindi Gloria, con la quale vende oltre 29 milioni di copie in tutto il mondo. Nel 1979 sposa Serafina Scialò, dalla quale ha avuto il primo figlio Nicola Armando.

Apre gli anni ’80 con il brano Stella Stai, al quale seguono alcune pubblicazioni di album sperimentali che non ottengono il successo sperato così come accadde nel 1984, ma il successo torna nel 1987 con il brano Si Può Dare Di Più, che porta al Festival di Sanremo con Gianni Morandi ed Enrico Ruggeri, con la quale conquistano il 1° posto. Il singolo vende 250mila copie in tutto il mondo. Nello stesso anno, porta Gente Di Mare all’Eurofestival con Raf, riscuotendo un nuovo successo. Nel 1988 si lega a Monica Michielotto, già mamma di Gianluca, che Umberto Tozzi ha sempre riconosciuto e considerato come suo figlio biologico.

Nel 1989 nasce la secondogenita Natasha, ma il matrimonio arriva nel 1995. Nel 1991, anno in cui sposta la sua residenza a Montecarlo, torna a calcare le tavole del Teatro Ariston con il brano Gli Altri Siamo Noi, che riversa in un album omonimo. La scelta di Bigazzi di affidare la melodia di Un Adagio Per Dirti Addio a Marco Masini, che venne utilizzata per Perché Lo Fai, comportò la rottura definitiva della collaborazione tra Umberto Tozzi e Giancarlo Bigazzi.

Torna nel 1994 come cantautore a tutti gli effetti, espugnando il Festivalbar con il brano Io Muoio Di Te, ma per il ritorno a Sanremo occorre attendere fino agli anni 2000 quando torna sul palco con Un’Altra Vita, dove si racconta della temporanea separazione dalla moglie Monica. Nel 2006, torna a collaborare con Marco Masini per l’album a due voci Tozzi Masini. Nell’album è presente T’Innamorerai in duetto.

Avviata la collaborazione con Raf dopo il rilascio di Come Una Danza, Umberto Tozzi è tornato a calcare i palchi dei maggiori palasport italiani e quello dell’Arena di Verona, dove hanno concluso il tour di supporto all’album di successi con il quale hanno celebrato i 30 anni di Gente Di Mare. In primavera, torneranno in tour nei teatri secondo il calendario già annunciato.

Segui gli aggiornamenti della sezione Trending News sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.