Configurazioni fotocamera Huawei P40 e P40 Pro ed il resto delle specifiche

Adesso conosciamo le fotocamere montate sui Huawei P40 e P40 Pro, insieme al resto delle specifiche tecniche

17
CONDIVISIONI

Non c’è dubbio che i Huawei P40 e P40 Pro saranno tra i top di gamma più attesi dell’anno: dei due sappiamo saranno presentati entro la fine di marzo 2020, ed adesso anche la probabile configurazione delle fotocamere che monteranno. Come riportato da ‘gizmochina.com‘, il modello standard dovrebbe ‘accontentarsi’ di un comparto fotografico triplo, composto da un sensore principale da 52MP (1/1.3″), un ultrawide da 40MP (1/1.5″) ed un telescopio da 8MP con zoom ottico 3x. Il Huawei P40 Pro potrebbe includere questi stessi sensori in aggiunta ad uno periscopico con zoom ottico 5x e ad un sensore ToF 3D (principalmente concepito per realizzare effetti bokeh di grande caratura). L’intento del produttore cinese, per l’occasione, sembrerebbe essere stato quello di scegliere sensori dotati di un angolo di visuale maggiore a quelli di cui dispone il Huawei Mate 30, per ottenere scatti più dettagliati e dalla visuale superiore. Non si hanno ancora notizie di peso per quanto riguarda le fotocamere frontali di Huawei P40 e P40 Pro (che saranno contenute nei moduli punch hole), ma presumibilmente dovrebbero adottarne gli stessi sensori (uno principale affiancato ad un ultrawide per gli auto-scatti).

Specifiche a nudo: display, processore, RAM e batteria

Questo per quanto riguarda le fotocamere che dovrebbero equipaggiare i Huawei P40 e P40 Pro: cosa sappiamo di tutto il resto? Un quadro d’insieme viene fornito da ‘Huawei Central‘, che ha fatto il punto della situazione sugli altri elementi che comporranno la scheda tecnica della doppia versione del prossimo top di gamma cinese. Il modello standard dovrebbe munirsi di uno schermo piatto, curvo ai lati sulla variante premium. Entrambi, come vi accennavamo pocanzi, vedranno i rispettivi pannelli solcati da un doppio foro per il contenimento della fotocamera frontale. I device saranno spinto dal processore Kirin 990 e Kirin 990 5G, rispettivamente per le versioni 4G e 5G. Il Huawei P40 potrebbe presentarsi in una variante con 6GB di RAM e 128GB di memoria interna, anche se entrambi i modelli dovrebbero spingersi fino agli 8GB di RAM (non è escluso possa arrivare anche un esemplare con 12GB di RAM, ma nemmeno confermato). Per quanto riguarda la batteria, il Huawei P40 dovrebbe montarne una da 4200mAh, mentre il P40 Pro un’unità da 4500mAh, con ricarica rapida cablata a 50 o 55W, e la nuova ricarica wireless a 27W (anche inversa).

Design, colorazioni e OS

Dal punto di vista del design, Huawei P40 e P40 Pro non dovrebbero differire molto, ad eccezione del display, curvo a bordo di quest’ultimo. La parte sottostante presenterà una porta USB-C ed un microfono principale (mancherà naturalmente il jack per le cuffie da 3.5mm), mentre sul versante destro troverà posto il bilanciere del volume ed il tasto di accensione/spegnimento. Le colorazioni disponibili dovrebbero essere Black, Blush Gold, Silver Frost, Deep Sea Blue e Ice White. Ci sarebbe anche una speciale versione in ceramica che il produttore annuncerà nell’ambito del Huawei P40 Pro. La serie sarà equipaggiata con Android 10 e EMUI 10, con i Huawei Mobile Services e relative applicazioni pre-installate. L’evento di presentazione è in programma entro la fine di marzo 2020 in quel di Parigi.

Segui gli aggiornamenti della sezione Huawei sui nostri gruppi:

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.