Lista finale degli smartphone sui quali WhatsApp non funzionerà più a febbraio 2020: quanti utenti davvero coinvolti

Elenco completo di telefoni fermi ad Android 2-3.7 e degli iPhone per cui l'app non funzionerà più.

138
CONDIVISIONI

Su quali smartphone WhatsApp non funzionerà più dal 1 febbraio 2020? Mancano poco più di 15 giorni al fatidico appuntamento con l’app di messaggistica che non sarà più supportata, infatti, proprio da alcuni sistemi operativi Android ed iOS. Non è affatto da sottovalutare il clima di terrorismo psicologico che si è venuto a creare intorno alla questione per il quale tutti sembrano potenzialmente coinvolti dal ban forzato. In effetti, la nuova misura avrà un impatto davvero esiguo e gli utenti toccati dalla novità saranno in numero molto ridotto, pure in Italia.

Con precisione per chi non funzionerà più WhatsApp per l’universo Android?

Innegabile è come la maggiore confusione si riferisca all’OS Android, considerando il gran numero di versioni del sistema operativo e pure i modelli con o a bordo la soluzione Google diversificati per tantissimi produttori.

Come già chiarito in un precedente approfondimento saranno solo i dispositivi fermi ad Android 2.3.7 o versioni precedenti quelli per i quali WhatsApp non funzionerà più dal 1 febbraio. Meglio precisare che si tratta di dispositivi davvero datati e di cui la maggior parte dei lettori neanche avrà sentito parlare. I modelli in questione sono stati messi in circolazione nel 2012 e 2011, tra gli 8 e i 9 anni fa dunque, un tempo fin troppo longevo per un dispositivo mobile ancora in vita. Ad ogni modo, per fugare ogni dubbio, ecco la lista completa di ben 37 smartphone Android sui quali l’app di messaggistica non funzionerà più fra poco più di due settimane.

Sony Xperia Advance, Acer Liquid Z Z110, Acer Liquid Z Duo Z110, Lenovo K800, T-Mobile Concord, Sony Xperia U ST25a, Sony Xperia U ST25i, Samsung Galaxy S Lightray 4G SCH-R940, Yezz Andy 3G 4.0 YZ1120, Motorola Defy Pro XT560, Sony Xperia Go ST27a, Sony Xperia Go ST27i,
Huawei Activa 4G M920, Motorola Atrix TV XT682, Sony Xperia ion 3G LT28h, Sony Xperia ion LTE LT28at, Sony Xperia ion LTE LT28i, Orange San Diego, Vodafone Smart II V860, Sony Xperia Sola MT27i, Samsung Galaxy S2 LTE GT-i9210T, Sony Xperia P LT22i, LG Optimus 3D Max P720, LG Optimus 3D Max P720H, LG Optimus 3D Max P725, LG Optimus Elite LS696, Sony Xperia acro HD SOI12, Xolo X900, Sony Xperia acro HD SO-03D, Sony Xperia S LT26i, LG Spectrum VS920, Motorola MotoLuxe XT615, HTC Velocity 4G, LG Prada 3.0 P940, Motorola Fire XT317, Motorola XT532, Samsung Galaxy S2 LTE GT-i9210.

Su quali iPhone WhatsApp non funzionerà più dal 1 febbraio?

Per i prodotti Apple, la situazione è ben più lineare di quelli Android. Ci riferiamo naturalmente alla sola categoria degli iPhone, pure questi tanto datati. In particolare WhatsApp non funzionerà più, nel giro di una quindicina di giorni, sul vecchio iPhone 4 e a ritroso, sui melafonini precedenti: insomma su tutti i device che girano su iOS 7 e altri aggiornamenti pregressi.

Ma quanti utenti saranno davvero coinvolti

Gli allarmismi degli ultimi giorni e pure ore sulla questione WhatsApp non hanno motivo di esistere. L’elenco degli smartphone Android e degli iPhone su riportato evidenzia come i dispositivi ben presto senza l’applicazione sono davvero datati e non più in uso per la gran maggioranza degli utenti.

Come supporto scientifico a quanto riportato, vanno segnalati i dati di distribuzione di Android 2.3.7 e iOS 7. Per quanto riguarda il sistema operativo Google, gli ultimi dati ufficiali di Mountain View rilasciati a maggio parlano già di un misero 0.3% di utenti in tutto il mondo ancora fermo proprio ad Android GIngerbread e pacchetti software precedenti.

L’ultimo dato fornito da Apple per la distribuzione del suo sistema operativo è meno preciso ma pur sempre significativo. Ad oggi solo il 7% degli utenti possiede sul suo iPhone una versione uguale o precedente a iOS 11. Considerando dunque che il ban WhatsApp investirà solo iOS 7 e OS precedenti. questa percentuale dovrebbe ridursi di molto ed essere anche al di sotto del punto percentuale, proprio come per Android. Insomma sia per OS Google che per quello Apple, gli utenti coinvolti saranno in numero davvero ridotto, in tutto il mondo.

Commenti (3):
Giusy

Penso a quelle persone di una certa età che non hanno molta dimestichezza con il cell.magari era un modo per comunicare con figli o parenti lontani gratuitamente non tutti hanno possibilità di cambiare cell.e di pagare chiamate carissime. Inventate un cell. Solo per chiamate e watsapp in modo facile da usare per anziani soli sarebbe un bel gesto. 🙏 Grazie

Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.