Fondamentale aggiornare da Windows 7 a Windows 10 oggi 14 gennaio: link pacchetto gratuito

Guida, passo dopo passo, all'adeguamento obbligato alla versione del sistema operativo più recente

27
CONDIVISIONI

Il giorno è arrivato ed è dunque fondamentale aggiornare da Windows 7 a Windows 10 il proprio PC. Proprio da oggi 14 gennaio, in effetti, Microsoft non supporta più la vecchia versione del sistema operativo per la quale non verranno più fornite patch di sicurezza fondamentali. Per quanto un computer con a bordo la vecchia versione software (tecnicamente) continuerà a funzionare, questo sarà pure messo a dura prova con malware e vulnerabilità di ogni tipo che non verranno in alcun modo corrette. Proprio per questo motivo, l’update è più che mai una scelta forzata per tanti utenti.

Cosa si deve fare per aggiornare a Windows 7 a Window 10? L’update Microsoft è fornito ufficialmente, quindi sarà facile procedere all’adeguamento software senza rischiare alcun pericolo su siti che nulla hanno a che fare con l’azienda di Redmond. Avranno naturalmente accesso all’update tutti coloro che posseggono sulla propria macchina una licenza originale e non “taroccata” del sistema operativo.

Chi effettua l’upgrade dovrà prima di tutto sincerarsi che il suo computer soddisfi i  requisiti di sistema  minimi previsti. Per passare poi agilmente da Windows 7 a Window 10, la procedura di aggiornamento gratuito parte da questo collegamento ufficiale. Proprio in questa pagina andrà selezionato il comando “Scarica ora lo strumento”, e successivamente la voce Esegui.

Prima di aggiornare Windows 7 a Windows 10 andranno accettate le condizioni di licenza: senza questo passaggio in effetti l’operazione non potrà partire. Successivamente con il comando Aggiorna il PC ora e poi con la scelta “Avanti” si darà il via all’operazione vera e propria. Il sistema restituirà una serie di passaggi con scelte “obbligate” e sempre guidate verso l’adeguamento effettivo del computer.

Cosa succederà a chi deciderà di non aggiornare da Windows 7 a Windows 10? Oltre ai rischi di sicurezza su menzionati, da oggi 14 gennaio, gli utenti più testardi e non intenzionati a cambiare continueranno a visualizzare il fastidioso messaggio “il tuo PC Windows 7 non è supportato” a tutto schermo e a più riprese. Una gran seccatura ma a quest’ultima, come precisato, c’è rimedio.

Commenti (3):
Lascia un commento

NB La redazione si riserva la facoltà di moderare i commenti che possano turbare la sensibilità degli utenti.